Restiamo in contatto

NOTIZIE

PARTITA MUNDIAL. Non basta Pasotti. Resto del Mondo batte Italia 5-3 (FOTO)

PARTITA MUNDIAL ITALIA RESTO DEL MONDO – Un evento contro la violenza sulle donne e, più in generale, contro ogni tipo di abuso…

Pubblicato

il

21032018-partita-mundial
Tempo di lettura: 2 minuti

PARTITA MUNDIAL ITALIA RESTO DEL MONDO – Un evento contro la violenza sulle donne e, più in generale, contro ogni tipo di abuso. Si ritrovano all’Olimpico due formazioni che sono un mix di ex calciatori, attori e magistrati per dare vita a una partita all’insegna del divertimento e della beneficenza. In campo tanti ex di Roma e Lazio: le squadre “Italia” e “Resto del Mondo”.

PRIMO TEMPO – Quando sul rettangolo verde scendono ex campioni c’è poco da scherzare: la partita si gioca senza esclusioni di colpi e dopo 4 minuti il Resto del Mondo è già avanti grazie al gol dell’ex laziale Cesar. Passano due giri di orologio e Gabriel Omar Batistuta firma il raddoppio: 2 a 0 e Italia colpita a freddo dalle giocate di due fenomeni. Minuto 13: l’Olimpico si ferma per ricordare Davide Astori, il capitano della Fiorentina tragicamente scomparso a inizio mese. Al 25’, dopo un paio di miracoli, Konsel deve arrendersi al tocco sotto ravvicinato di Lotti che accorcia le distanze per l’Italia. Nonostante il freddo, il pubblico sugli spalti segue con passione l’evolversi del match ma sul campo nessun acuto sino al 45’: il primo tempo si chiude sul 2 a 1 per il Resto del Mondo.

SECONDO TEMPO – Dopo un bell’intervallo all’insegna della musica, la partita riprende con il Resto del Mondo in attacco. Marco Ballotta ancora stupisce tra i pali ed è proprio l’ex laziale a compiere un autentico miracolo su Batistuta. Al 52’, però, il “nonno” nazionale deve arrendersi all’ex bomber giallorosso: Francelino Matuzalem crossa al bacio per l’argentino che gira sotto l’incrocio. Gol pazzesco e 3 a 1. La terna arbitrale, tutta al femminile per l’occasione, ha un bel da fare tra sostituzioni e tanti fuorigioco da segnalare ma tutto prosegue tranquillo sotto gli occhi delle due allenatrici d’eccezione, Margherita Granbassi ed Alena Seredova. Devono entrare i “pezzi grossi” nelle fila italiane per raddrizzare la partita e al 64’ Simone Perrotta serve all’attore Giorgio Pasotti il pallone del 2 a 3. E il ‘Bati’ azzurro è proprio lui: al 77’ stop di sinistro e bolide di destro sotto la traversa che vale il pareggio per l’Italia. Quando tutto sembrava pensare a una ‘X’ finale, Winter e Lucileia battono il “nostro” Ballotta, fissando il punteggio sul definitivo 5 a 3.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *