Restiamo in contatto

APPROFONDIMENTI

FOCUS | Da ‘sliding door’ a bestia nera: i gol mancati da Muriqi contro la Juventus

Pubblicato

il

lazionews-lazio-muriqi-juventus
Tempo di lettura: 2 minuti

MURIQI LAZIO JUVENTUS GOL – Il calcio è fatto di attimi. Momenti che possono decretare l’andamento di una partita, di una stagione, addirittura d’esperienze intere di carriera. Prendiamo l’esempio di Vedat Muriqi. A distanza di un anno, contro lo stesso avversario, la Juventus, il beffardo destino pedatorio ha riservato al kosovaro della Lazio l’enorme chance di riscatto (dei mancati gol). Salvo poi togliergli quella manciata di centimetri atti a riscattarla.

Lazio – Juventus, i gol mancati di Muriqi: atto primo

8 novembre 2020. In un Olimpico deserto causa Covid, la Lazio di Simone Inzaghi affronta la Juventus nella 7^ giornata di Serie A TIM. Al centro dell’attacco biancoceleste, per uno strano scherzo del destino orfano di Ciro Immobile, c’è Vedat Muriqi. Il kosovaro, arrivato in estate dal Fenerbahce, ha subito la grande chance di dimostrare il suo valore. Dopo l’iniziale vantaggio bianconero firmato, manco a dirlo, Cristiano Ronaldo, la Lazio reagisce e trova lo spiraglio per fare male. Radu scodella un cross dalla trequarti, Milinkovic, nel più classico degli inserimenti, fa la sponda e sul secondo palo chi ha la chance di depositare in rete il gol dell’1-1? Sì, Muriqi. Eppure la porta, sia quella del fato che quella dell’Olimpico, rimane chiusa. I centimetri di distanza tra piede e pallone sono troppi, con quest’ultimo che si spegne tristemente sul fondo.

Minuto 1.02: la prima occasione fallita da Muriqi contro la Juventus

Lazio – Juventus, atto secondo

Da qui il deja-vù. In quanti, assistendo a Lazio – Juventus di sabato scorso (con l’unica differenza di essere allo stadio piuttosto che davanti alla tv), avranno ripensato a quell’azione di un anno or sono? È parsa una fotocopia. Cataldi a far le veci di Radu, poi tutto uguale: il lancio, la sponda di Milinkovic e l’occasione per Muriqi. Un’occasione che il destino, ancora una volta ingannevole, ha prima proposto e poi tolto di centimetri al kosovaro.

LEGGI ANCHE –> “Sono morto mentalmente”: la risposta di Muriqi a un tifoso

lazionews-lazio-muriqi-juventus
LaPresse

Muriqi vs Juventus: da ‘sliding door’ a bestia nera

Chissà come sarebbe potuta evolvere l’esperienza biancoceleste di Muriqi dopo un decisivo gol alla ‘Vecchia Signora’. Nessuno lo saprà mai: è una storia che rimarrà confinata a uno dei tanti universi paralleli. Nella realtà, la nostra realtà, per l’attaccante kosovaro la Juventus si è infatti trasformata da porta scorrevole a bestia nera. Nell’attesa che, anche se non contro i bianconeri, il destino si trasformi da beffardo a clemente, permettendo al giocatore finalmente di sbloccarsi. Magari segnando giovedì, regalando alla Lazio punti decisivi nella corsa al passaggio del turno.

Daniele Izzo

Clicca per commentare