Juventus, Allegri: "Sarri, allenatore dell'ultimo scudetto: sarà accolto bene"

Pubblicato 
domenica, 15/05/2022
Di
Martino Cardani
allegri lazio juventus
Tempo di lettura: 2 minuti

ALLEGRI JUVENTUS LAZIO CONFERENZA STAMPA - Queste le parole di Massimilano Allegri, allenatore della Juventus, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita di domani contro la Lazio. Oltre a spiegare le scelte di formazione e lo stato dei suoi giocatori, il tecnico bianconero si è espresso anche sul ritorno all'Allianz Stadium di Maurizio Sarri.

Serie A, la conferenza di Allegri in vista di Juventus Lazio: sulle condizioni della sua squadra

"Domani è l’ultima in casa e bisogna onorarla al meglio. Poi è la festa di Chiellini e l’ultima di Dybala, dobbiamo unite tutte e tre le cose. Lazio e Fiorentina sono squadre in corsa per l'Europa League. Alcuni giocatori non ci saranno: Danilo ha finito la stagione, Arthur avrà finito anche lui. Rientra De SciglioZakaria ha avuto un colpo sulla coscia e dobbiamo valutare ma domani non ci sarà. McKennie vediamo se mercoledì può essere a disposizione. Abbiamo visto Locatelli che era fermo da un po'. Domani giocherà di nuovo Miretti".

Sul ritorno di Maurizio Sarri a Torino

"Domani arriva Sarri che è l'allenatore dell'ultimo scudetto, credo che sarà accolto in maniera giusta perché se lo merita".

Sulla stagione bianconera e la fascia di capitano a Bonucci

“La squadra è cresciuta in personalità in questa stagione, la sconfitta con l’Inter in campionato ci ha frenato la rincorsa, nella partita di mercoledì non siamo risusciti a portare a casa la Coppa Italia. Quando non si vince non bisogna parlare ma concentrarsi su ciò che si deve fare nella prossima stagione. Per gerarchie la fascia toccherà a Bonucci la prossima stagione. Sono soddisfatto per il percorso di crescita e per l’obiettivo minimo raggiunto, ma non per non aver vinto trofei. Con l’Inter abbiamo fatto sempre delle buone partite anche se non servono perché contano solo i risultati. Bisogna portarsi dietro la sconfitta di mercoledì. La rabbia per non aver vinto un trofeo ci deve restare dentro. Credo che la squadra abbia fatto il massimo, ma alla lunga numericamente abbiamo pagato gli infortuni traumatici".

LEGGI ANCHE: Juventus-Lazio, Milinkovic osservato speciale in chiave mercato

, , , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram