lazionews-world-food-programme-lotito-fienga-lazio-roma-del-re-darpe-abdulla-lucchini
@ Lazionews.eu
Tempo di lettura: 7 minuti

WORLD FOOD PROGRAMME LAZIO ROMA – Le società di Lazio e Roma fanno fronte comune per sostenere il progetto “STOP THE WASTE”, promosso dal comitato per il World Food Programme. Presso la sala stampa dello Stadio Olimpico di Roma, alle ore 13:00, si tiene la conferenza stampa dove sono state invitate le due squadre della Capitale. Oltre al presidente della Lazio, Claudio Lotito e all’amministratore delegato giallorosso, Guido Fienga, presenti anche il Vice Ministro agli affari esteri con delega alla cooperazione Dott.ssa Emanuela Del Re, il Presidente del WFP Dr. Vincenzo Sanasi D‘Arpe, il Deputy Executive Director WFP Dr. Amir Mafmoud Abdulla e il Segretario Generale del Banco Alimentare Dr. Marco Lucchini.

World Food Programme, conferenza stampa di presentazione: Lazio presente con il presidente Claudio Lotito

Ore 13:20 – Arrivano il Presidente della Lazio, Claudio Lotito e l’amministratore delegato della Roma, Guido Fienga. I due dirigenti capitolini vengono invitati a posare insieme per gli scatti di rito e a firmare un pallone. Poco dopo inizia la conferenza stampa.

Le parole del presidente della Lazio, Claudio Lotito

“Il progetto che lanciamo oggi ha un valore storico: la Lazio è fiera di essersi fatta promotrice di un’iniziativa che unisce il mondo dello sport romano con il Polo agroalimentare delle Nazioni Unite a Roma e nello specifico con il World Food Programme, recentemente insignito del Premio Nobel. La Lazio consolida il percorso di impegno sociale che ci vede costantemente presenti a portare conforto negli ospedali, nelle case famiglia, nei centri anziani e nelle scuole. Proprio le scuole avranno una grande valenza in questo progetto: vogliamo infatti portare – oltre al valore dello sport e della lealtà – la promozione di stili di vita sani e di attenzione a quanti vivono il disagio della malnutrizione e della fame. Grazie in assoluto per questa opportunità. La Lazio quando ha avuto la convocazione, ha risposto perché si tratta di un obbligo dover rispondere a una necessità tale. Ritengo che il calcio debba essere didascalico e portare un messaggio adatto per quanto concerne le problematiche sociali. Ci sono persone che soffrono e che muoiono”.

Lotito sull’importanza di sensibilizzare l’opinione pubblica

“Noi abbiamo intrapreso questa iniziativa perché possiamo coinvolgere milioni persone e sensibilizzare anche l’opinione pubblica rispetto questi temi. L’obiettivo è sviluppare un consumo sostenibile di cibo per ridurre il gap nella popolazione. Il wfp che ha già assisito 100 milioni di persone in 90 paesi, pone l’attenzione sul fatto che ancora non sia esaustivo quanto fatto, perché c’è ancora gente che soffre la fame. Quindi bisogna sensibilizzare l’opinione pubblica ad un uso consapevole del cibo, senza sperperare ciò di cui disponiamo. Lo sviluppo alimentare sostenibile è consono alle esigenze delle persone, permette di far sì che le persone non sprechino in modo becero il cibo a discapito di persone che non dispongono nemmeno del pane”.

Lotito e l’aiuto che può dare il mondo del calcio

“Quindi noi, nel calcio vivendo in un mondo d’oro, abbiamo l’obbligo di sensibilizzare i testimonial e le persone per far acquisire una coscienza sociale nel rispetto dell’alimentazio e la ripartizione degli alimenti. Noi siamo onorati di partecipare a questa iniziativa. Condivido totalmente quanto d’etto da Sanasi D’Arpe perché lo spreco si riversa anche sulle tematiche climatiche. Chi come noi dispone di tante possibilità, deve donare ed aiutare chi non ha possibilità di avere il minimo indispensabile. Bisogna abbattere il “mors tua vita mea” per riportare al centro l’essere umano e per far sì che non ci sia più morte per carenza di alimenti. Abbiamo questo obbligo e questa responsabilità per avere anche un ritorno in termini economici”.

Le parole di Guido Fienga, amministratore delegato della Roma

“Grazie a WFP per averci invitato ad aderire a queste iniziativa. è motivo di orgoglio partecipare anche in termini di città. La risposta della Roma è stata pronta a scendere in campo per ridurre al minimo la fame del mondo. Fa riflettere quanto ancora le persone siano in difficoltà in questo senso, nonostante ci siano famiglie con molte possibilità. Roma Cares già da tempo prova a collaborare per cercare, nel nostro piccolo, di non sprecar nulla collaborando con i nostri ospiti. Questa iniziativa vorremmo estenderla a tutti i tifosi della Roma e del calcio. Ci mettiamo a disposizione del programma insieme alla Lazio e alle atre squadre per sensibilizzare le persone su temi così importanti. Nei prossimi anni sosterremo il WFP con tutti i mezzi a nostra disposizione. Per questo faccio le mie più sentite congratulazioni a WFP per il premio che ha onorato tutta la nostra città”.

Le parole del viceministro agli affari esteri con delega alla cooperazione Emanuela Del Re

“Il ringraziamento più sentito va al club che ha deciso di scendere in campo con il WFP, alla viglia del Food system summit, vertice indetto per il 2021 dal Segretario delle Nazioni Unite per promuovere nuovi paradigmi organizzati, sia nel mondo sportivo che in altri ambiti. Grande gioia esser qui oggi per una iniziativa così importante. Il Ministero degli Esteri ha voluto cogliere questa possibilità. Sono qui per dare una propulsione più alta al senso dell’iniziativa. Questa iniziativa è importante su più piani: simbolico e sociale”.

“Dal punto di vista sociale vorrei sottolineare come si tratti di mettere insieme più attori creando una vera e propria sinergia. Facendo squadra si ottengono ottimi risultati, soprattutto quando si tratta di ridurre lo spreco e garantire cibo alle persone più bisognose. Chi ha creato l’iniziativa è il WFP, con le due squadre romane e il banco alimentare. L’obiettivo è sensibilizzare le persone su questo tema e coinvolgere gli stakeholder. Noi come Italia vogliamo contribuire con grande entusiasmo. Con il WFP abbiamo un contatto costante. Infatti, in questo premio Nobel c’è un pochino d’Italia, perché non solo ospitiamo l’agenzia ma abbiamo una collaborazione veramente fruttuosa. L’iniziativa è nata con la società sportiva Lazio, prima della sponda giallorossa perché c’erano già delle intese. Anche i giallorossi hanno immediatamente colto l’iniziativa e per questo ringrazio l’AD Guido Fienga”.

Le parole del Presidente del WFP Vincenzo Sanasi D‘Arpe

“Un ringraziamento particolarmente sentito va alla società Lazio che ha saputo esprimere un valore unitario nella lotta allo spreco alimentare in linea, con l’impegno del WFP, nell’ambito dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, e del WFP Italia. Il WFP è la più grande agenzia di logistica umanitaria del mondo con una flotta di 90 aerei e 50 navi. A brindisi c’è il principale hub nel mondo. Ma Brindisi è anche il più grande emporio del mondo che dispone di un centro di ricerca abile nella creazione di strumenti idonei per opere umanitarie”.

“Il WFP rifornisce i generi alimentari, anche particolari, salvando milioni di bambini. Inoltre acquista sui mercati locali per favorire lo sviluppo. Costruisce ponti, infrastrutture, scuole con l’obiettivo di aiutare e sviluppare gli istituti scolastici. Dal 2009 ad oggi ha investito oltre 300 milioni di euro per i disastri climatici a causa di calamità naturale e per le guerre. Il conferimento del Nobel ha sancito per il WFP l’obiettivo per ridurre la fame nel mondo. Un nuovo modello di sviluppo economico è solamente uno dei 17 obiettivi dell’agenda 2030. Questo modello deve vedere l’uomo al centro di questo processo di sviluppo. Quindi economia e finanza al servizio dell’uomo e non viceversa”.

Le parole del Deputy Executive Director WFP, Amir Mafmoud Abdulla

“Sono lieto di partecipare a questo evento, non solo come direttore aggiunto, ma come fanatico dello sport e del calcio. Come dice Mandela lo sport può cambiare il mondo e in Italia, lo sport che può farlo è il calcio. In tempi di sfiducia aiuta le persone e la comunità a trovare un terreno comune. Più di 100 anni fa, proprio sotto Natale, soldati inglese e tedeschi scavalcarono le trincee per giocare a calcio, questo per dire che il calcio fa emergere tutta la nostra passione e la voglia di lavorare con la collettività. Con il vostro aiuto noi possiamo provare ad avere un futuro senza fame. Nell’agenda 2030, lo sport è quello che ci aiuta per lo sviluppo sostenibile. L’obiettivo è arrivare ad avere zero fame nel mondo”.

“Se c’è qualcuno che ci può aiutare ad avere questo obiettivo sono le squadre che hanno avuto a Piola, Pruzzo, Totti, Signori, Immobile, Dzeko. Queste sono squadre che hanno già fatto 1167 gol e a noi ne serve solo uno. Il nostro obiettivo comune è quello di sradicare la fame nel mondo. Non c’è un’istituzione che può raggiungere questo obiettivo da solo. Abbiamo bisogno di partnership per raggiungere la meta, ed ognuno di voi ha la forza per fare una differenza significativa quindi vi ringrazio per il vostro impegno e aiuto nel fare un gol per l’umanità”.

Le parole del Segretario generale del Banco Alimentare Marco Lucchini

“Sono milanese ed è la prima volta che sono in questo Stadio. Nonostante il tifo sia da un’altra parte, l’importante è condividere la passione per il calcio. Banco alimentare è nato negli USA nel 67 ed è presente in 59 paesi nel mondo. L’obiettivo del banco alimentare è quello di coltivare il valore del cibo, che non è il prezzo. Il valore è quello di nutrire le persone. Salvando il cibo, possiamo aiutare circa 60 milioni di persone attraverso numerose organizzazioni. In questi due anni abbiamo distribuito più di 2 milioni di cibo, che sarebbe andato distrutto. Questo ha permesso di salvaguardare cibo e ambiente. Quindi questa iniziativa è perfetta per l’obiettivo di banco alimentare. L’Italia è pronta a fare il possibile insieme a WFP e le società di calcio a mettere in campo in termini di formazione e informazione tutto quello che abbiamo”.

dallo Stadio Olimpico Giorgia Civita

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.