lazionews-lazio-inzaghi-conferenza-europaleague
Getty Images

CLUJ LAZIO INZAGHI – L’esordio stagionale in Europa League della Lazio delude le aspettative. I biancocelesti cadono a Cluj per 2 a 1, in una partita che si è sviluppata con lo stesso copione di Ferrara. I capitolini staccano la spina nella ripresa, permettendo ai romeni di rimontare il risultato e vincere la partita. Simone Inzaghi, al termine della contesa, è intervenuto a Sky ed in conferenza stampa per commentare quanto accaduto sul rettangolo di gioco.

Inzaghi: “La sconfitta è una costante, dobbiamo essere più concreti”

PARTITA – “Avremmo meritato di più, dobbiamo riflettere. L’altra partita del girone è finita con un pareggio e sono convinto che passeremo il turno. Dobbiamo credere in noi stessi. Nel primo tempo avremmo dovuto chiudere la partita, il rigore fischiato al Cluj era viziato da un fallo su Leiva. La colpa è nostra, se avessimo trovato il raddoppio non avremmo dovuto reclamare sulla massima punizione che ci hanno dato contro. Come spesso accade, non facendo il secondo e terzo gol meritato con occasioni pericolose, ti succede che ti fischiano un rigore che non c’è. Il secondo gol poi ce lo siamo fatto da soli. Invece dopo fatto l’1-0 devi segnare quella di Lazzari o quella di Milinkovic. Rennes e Celtic comunque hanno pareggiato, resto convinto che passeremo il girone. Non si possono commettere certi errori. Da allenatore dico che la squadra in campo c’è stata e ha fatto la propria partita. Avremmo meritato, ma se non ammazzi le partite siamo qui nuovamente a parlare di sconfitte. Sono fiducioso che passeremo il girone e che da domenica torneremo a vincere. Onore al Cluj che ha vinto la partita, ma ci sarà una gara di ritorno e altre cinque. Secondo me ce la giocheremo con tutti”

CALI – “Nella ripresa dovevamo tenere le distanze del primo tempo, dove abbiamo fatto molto bene. Continuiamo a testa alta, tra due giorni e mezzo rigiochiamo. Siamo rammaricati, dobbiamo migliorare a indirizzar egli episodi dalla parte nostra. Sono dispiaciuto, ma la squadra non ha subito due sconfitte meritate sul campo. Dobbiamo essere più concreti e portare a casa vittorie”.

CONFRONTO CON FERRARA – “Penso che sono due partite in fotocopia e mi dispiace molto questo. In tre giorni avevamo lavorato sugli errori. Grandissimo primo tempo, puntualmente abbiamo pagato. C’è da lavorare tanto. Ho fiducia, i ragazzi credono nel lavoro. Ma non abbiamo tantissimo tempo, campionato e coppa corrono”.

PARMA – “Al di là dei singoli siamo andati bene come squadra. Il risultato non ci sta ma è una costante, dovremo capire dove si sbaglia. Domenica sarà un altro esame, il Parma è una squadra organizzata ma ci faremo trovare pronti”.

Su Vavro, Jony e Berisha

“Mi sono piaciuti. Hanno fatto un’ottima gara, dimostrando di stare bene. È normale che sul loro giudizio influisce il risultato, ma io devo andare al di là del risultato. Le prestazioni vengono condizionate da questo. Io ho perso altre volte due gare consecutive in questi anni ed ero sincero, ero più preoccupato. Stavolta non le abbiamo meritate”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. La solita filastrocca di Inzaghi,gli altri corrono in avanti e noi andiamo indietro,gli altri tirano in porta da tutte le parti e noi facciamo i passaggetti .Non ricordo un tiro in porta nel secondo tempo tranne uno di Ionni da lontano.

  2. Ormai la parola: ” c’è rammarico” ricorre, nel nostro ambiente, come un tormentone estivo. Non può essere sempre così, non è giusto, non ce lo meritiamo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.