lazionews-serie-a-lazio
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO PULCINI – Ivo Pulcini, responsabile sanitario della Lazio, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss parlando della ripresa del campionato e delle problematiche che potrebbero riguardare i medici.

Lazio, Pulcini sulla ripresa del campionato

“Il problema dei medici è importante e riguarda tutti noi. Non è giusto che la responsabilità ricada solamente su di noi. L’Inail è intervenuto e con l’articolo 42 esiste la colpa solo se la responsabilità è della società. Ma la colpa ricade non sul medico ma anche sulla società. Sono tranquillo, le altre responsabilità riguardano sempre il nostro lavoro. La priorità sono il gruppo, i giocatori e lo staff: se serve dobbiamo anche annullare la stagione. Ognuno, però, deve preoccuparsi delle proprie competenze. Non devono dirmi che le società pagano i tamponi, ma solo dirmi cosa devo fare, cose che non so ancora”.

Sulle partite ravvicinate

“Non sono preoccupato per la partite troppo ravvicinate. Sappiamo tutti cosa dobbiamo fare. I ragazzi, con carichi crescenti, devono arrivare alla condizione ottimale. Si devono fare i conti anche con il microclima: una Ferrari può dare tanto solo se acqua e olio sono ok, così come accade per i muscoli dei calciatori che devono essere caldi. Servono 21 giorni di preparazione per poter essere al top della condizione, poi dipende dal ruolo dei calciatori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.