lazionews-lazio-simone-inzaghi-pubblico.
LaPresse
Tempo di lettura: 3 minuti

SIMONE INZAGHI UDINESE LAZIO – Nel post partita di UdineseLazio, il tecnico Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste, di Sky Sport e dei giornalisti presenti alla conferenza stampa. Ecco le sue impressioni a caldo.

Udinese Lazio

“Penso che abbiamo provato in tutte le maniere a vincerla, soprtattutto nel primo tempo. Nel secondo tempo potevamo fare meglio ma c’è stata un po’ di stanchezza. Loro con Lasagna e Okaka erano molto bravi a ripartire, anche il tiro di De paul al 96′ è stato pericoloso. Avremmo dovuto vincere ma non è stata semplice. Ci mancano 3 punti per la matematica qualificazione in Champions League, che è un obiettivo fondamentale perché manca da troppi anni. Lunedì ci aspetta una partita molto difficile contro la Juventus“.

Lo stato di forma

“Sappiamo tutti com’è andata dopo la ripresa, ma nulla toglie al cammino di questi ragazzi che hanno vinto una Supercoppa e che stanno per conquistare qualcosa di prezioso. Abbiamo pagato molto questa sosta forzata. Sicuramente ci sono mancati giocatori come Leiva, Lulic, Marusic e Correa, ma ai presenti non posso dire niente. Il lockdown evidentemente ci ha tolto parecchio. Siamo la terza squadra che corre di più, ma giocando sempre con gli stessi uomini ci manca un po’ di lucidità. Sbagliamo gol che prima non avremmo mai sbagliato. Non è per creare alibi ma è normale che ci manchi la lucidità. Abbiamo sbagliato tante scelte che prima non avremmo sbagliato”.

La reazione di Lotito

“Abbiamo parlato con i ragazzi. C’è stato il presidente che ha parlato alla squadra così come ha sempre fatto durante tutto l’anno. Il nostro problema è che giocando sempre con gli stessi uomini non abbiamo più lucidità. Sbagliamo tanto e prendiamo gol. Ci mancano le rotazioni, nonostante la squadra corra non possiamo essere lucidi come prima. Ne abbiamo perse più dopo la sosta che in tutto il resto del campionato. Non ci servono alibi perché siamo forti d’animo”.

Rinforzare la rosa

“Io per questo post lockdown mi sarei accontentato della rosa completa, quindi dei giocatori che ora ho a casa infortunati. Con i cambi in corsa posso fare poco perché non abbiamo molta panchina”.

Il gruppo

“Questo gruppo non deve essere toccato. In quattro anni hanno fatto cose incredibili. È normale che arriva qualche critica, quelle costruttive le ascoltiamo con intelligenza. Da 21 anni sono alla Lazio e so come funziona. Prendo tutte le critiche positive ma nessuno può toccarmi questo gruppo perché mi ha fatto vivere emozioni fantastiche. Abbiamo vinto la Supercoppa, spero di poter tornare in Champions dopo 13 anni e dopo 20 anni siamo tornati a lottare per lo Scudetto. Abbiamo abituato tutti bene e torneremo a vincere quando avremo tutti a disposizione.”

Recuperi

“Adesso dobbiamo recuperare energie. Radu e Jony sono da valutare, Luiz Felipe vedremo come reagirà. Per Marusic, Correa, Leiva e Lulic credo che dovremmo aspettare ancora un po’. Parolo in difesa? È talmente intelligente che può ricoprire qualsiasi ruolo. Vavro non è stato benissimo, altrimenti avrei messo lui. A Cataldi bisogna fare solo un applauso. Dopo Bergamo aveva una prognosi di tre settimane, e sta giocando con una caviglia che praticamente doveva stare a riposo. Ha cercato sempre di aiutarci, stringendo i denti e portando tutto quello che ha per la causa”.

La classifica di Serie A

“Il punto non sposta più di tanto, eravamo venuti per vincere, abbiamo fatto un ottimo primo tempo mancando nella fase conclusiva. Nel secondo tempo non abbiamo giocato sereni per questa vittoria che non arriva e calcolando le ripartenze degli avversari con De Paul, Lasagna e Fofana. Ai fini della classifica un punto sposta poco ma ci mancano tre punti per la Champions”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.