Restiamo in contatto

NOTIZIE

LA GAZZETTA DELLO SPORT. Milan, e poi…

Uno stralcio dell’articolo de La Gazzetta dello Sport: Nerazzurri e bianconeri hanno cambiato proprio tutto, dall’allenatore al modulo tattico. Hamsik il miglior «acquisto» di Mazzarri. A seguire la collaudata Lazio e l’incognita Roma…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

La Gazzetta dello Sport – Milan, e poi…

Uno stralcio dell’articolo de La Gazzetta  dello Sport: Nerazzurri e bianconeri hanno cambiato proprio tutto, dall’allenatore al modulo tattico. Hamsik il miglior «acquisto» di Mazzarri. A seguire la collaudata Lazio e l’incognita Roma…

Dalla A di Aquilani alla Z di Zarate, l’alfabeto del mercato ha scambiato molte figurine senza modificare la griglia di ripartenza del campionato. Milan, sempre Milan, fortissimamente Milan. […] Ripartire con il lavoro già fatto e lo stesso allenatore è un vantaggio enorme che tra le grandi hanno soltanto Napoli e Lazio. E siccome Mazzarri è già arrivato terzo, proprio lui ci sembra il più attrezzato per ribaltare il pronostico. Intanto non ha perso Hamsik, che in pratica diventa così il miglior acquisto.

[…] Rovesciando il discorso fatto fin qui, Inter e Juventus partono in seconda fila perché hanno cambiato tutto: allenatore, modulo tattico e giocatori-chiave. Gasperini, già pizzicato pericolosamente da Moratti di cui guarda caso non era la prima scelta, parte a handicap senza Etòo, con i sostituti Forlan e Zarate. Siccome c’erano già i «doppioni» Milito e Pazzini, è da escludere che possano giocare tutti e quattro insieme, ma i punti interrogativi non terminano qui. […] Anche la Juventus è il classico cantiere, con un unico vantaggio: dopo il settimo posto degli ultimi due campionati può soltanto migliorare. L’affannosa ricerca degli esterni ordinata da Conte, con gli arrivi di Giaccherini, Estigarribia ed Elia, non basta però per completare una squadra già fragile in difesa dove sarebbe servito Lugano, o Alex, perché nel 4-2-4 o 4-4-2 le ali devono anche rientrare come sa fare soltanto Pepe.

[…] Alle spalle di questo quartetto, senza dimenticare possibili rivelazioni come l’Udinese, vediamo più la Lazio della Roma, perché Reja è un tecnico tanto bravo quanto sottovalutato che ottiene il meglio dagli uomini che ha. L’impianto tattico è già collaudato ed Hernanes, al secondo anno in Italia, potrà crescere ancora. Cisse e Klose sono partiti bene, anche se il tedesco non è più abituato a fare il titolare per una stagione intera. Ma soprattutto, con la cessione di Floccari e dello stesso Zarate, non vediamo valide alternative in attacco.

La Roma, infine, è la più grossa incognita. Già fuori dall’Europa League, ma sempre qualificata per le polemiche legate all’impiego di Totti, riparte con un grande portiere, Stekelenburg, un utilissimo mediano come Gago, e tanti, troppi, giovani di bellissime speranze, a cominciare dal tecnico Luis Enrique. Diciamo la verità: il più a rischio è lui.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati