La LAZIO e i troppi INFORTUNI, di chi è la colpa?

Pubblicato 
lunedì, 02/04/2012
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

La LAZIO e i troppi INFORTUNI, di chi è la colpa?

L’ultimo, quello di Andrè Dias, sabato sera, nella sfida persa 3-1, contro il Parma…

(getty images)

L’emergenza infortuni non finisce mai in casa Lazio. E’ questo il dato di fatto che tutti hanno potuto constatare dall’inizio del campionato ad oggi. Un dato di fatto evidente, che ha visto i biancocelesti doversi privare di troppi giocatori, fondamentali per il conseguimento dei risultati. L’ultimo, tra i più gravi, è quello del brasiliano Dias, perno della difesa capitolina, che a Parma, ha rimediato uno stiramento ai flessori della coscia destra. Una perdita che proprio non ci voleva, che non gli permetterà sicuramente di giocare le prossime due gare, contro il Napoli Sabato sera e a Torino contro la Juve la prossima settimana: sfide importanti, che diranno con certezza se questa squadra possa veramente raggiungere quel terzo posto tanto sognato. Ma questa è una storia già vista, alla quale siamo tutti abituati. Così come Andrè Dias infatti, anche Klose e Lulic salteranno le prossime due gare di campionato. Il tedesco, reduce da una lesione di I grado ai flessori della coscia sinistra, ha già saltato le partite contro Cagliari e Parma e si pensa possa rientrare per la sfida di Novara il prossimo 15 Aprile. Analoga la situazione del bosniaco Lulic, che però è assente dal derby vinto con il gol di Mauri. Ma questi sono solo i più recenti. Facendo qualche passo indietro, non si possono dimenticare gli infortuni di Cana, Brocchi, Rocchi, dello stesso Mauri, di Biava, Radu, Marchetti, Matuazalem, Konko, giocatori quasi tutti recuperati, ma che ora guardano gli stop degli altri loro compagni.

A questo punto viene da chiedersi di chi è la colpa. Della sfortuna che perseguita la squadra o di una preparazione atletica sbagliata? Certo è che bisognerà trovare il modo di fermare questa continua epidemia per provare, nelle otto partite che restano, ad allungare sulle rivali in classifica; perché la possibilità c’è ed è viva. La Lazio ha l’obbligo di crederci e sa di poter raggiungere l’obiettivo: sempre che qualche altro giocatore non si fermi ai box, ancora una volta.

Redazione Lazionews.eu

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram