Lazio-Coppa Italia, binomio perfetto. Nessuno come te negli ultimi 20 anni

Pubblicato 
martedì, 27/02/2018
Di
Redazione
Tempo di lettura: 2 minuti

APPROFONDIMENTO LAZIO COPPA ITALIA - Lazio e semifinale di Coppa Italia, un rapporto idilliaco. Ne ha giocate altre 9 negli ultimi 20 anni e in 7 di queste è andata in finale. In percentuale, in Italia nessuno ha fatto meglio. Ma soltanto due, in tutta la storia della kermesse, sono state le rimonte biancocelesti, dove per rimonte si intende una vittoria capitolina nella gara di ritorno, dopo un pareggio o una sconfitta in quella d’andata: nel 2012-13, dopo l’1-1 allo Stadium con la Juventus, la Lazio vinse 2-1 all’Olimpico. Nel 2014-15, addirittura, si andò a vincere 1-0 al San Paolo, dopo l’1-1 casalingo col Napoli nel primo atto.

PASS PER LA FINALE - Lo scorso anno, la Lazio ipotecò la finale all’andata, battendo 2-0 la Roma e perdendo poi, in maniera del tutto ininfluente, 3-2 al ritorno. Non riuscì però il trionfo in finale. Cammino ben più agevole ci fu nel 1997-1998, nel 1999-2000, nel 2003-2004 e nel 2008-09, quando i biancocelesti si imposero, nel primo caso per 1-0 a Torino con la Juve (gol di Boksic, poi 2-2 a Roma), nel secondo per 5-0 sul Venezia (2-2 in Veneto), nel terzo per 2-1 in casa del Milan e 4-0 al ritorno e, nel quarto, per 2-1 ancora sulla Vecchia Signora, sia all’Olimpico di Roma, che nell’omonimo stadio torinese. In tutti e quattro i casi la Lazio vinse poi l’ultimo atto, rispettivamente contro Milan, Inter, Juventus e Sampdoria.

ELIMINAZIONI - Sorti opposte nel 2007-08 quando, dopo lo 0-0 a San Siro con l’Inter, la Lazio crollò in casa 2-0 sotto i colpi di Vitor Pelè ed Julio Ricardo Cruz. Andò ancora peggio nel 2002-03: doppia sconfitta con la Roma, 1-2 e 0-1. Stessi risultati, ma invertiti nel tempo, nel 1994-1995 con la Juventus.

VECCHIE FORMULE - Diverso il discorso per i decenni precedenti. Negli anni Quaranta, Cinquanta e Sessanta, ad esempio, si giocava a sfida unica e, nel 1957-58, anno del primo storico trionfo, i biancocelesti ebbero la meglio prima della Juve (2-0), poi della Fiorentina (1-0 all’Olimpico di Roma, gol di Prini). Nel 1960-1961, la Lazio prevalse ai rigori sul Torino, patendo poi la vendetta della Viola, mentre l’anno precedente venne sconfitta dalla Juventus, prima di battere ancora una volta i granata nel match per il terzo posto. Nel lontano 1940-1941, i sogni di gloria vennero spenti dal Venezia con un perentorio 3-1, lagunari che alzeranno poi la Coppa al cielo, ai danni della Roma. Negli anni Settanta, invece, la formula prevedeva, al posto delle semifinali, due gironi da quattro squadre, le cui vincitrice avrebbero poi disputato la finale. Nel 1975-76, la Lazio capitò con Hellas Verona, Inter e Genoa ma le tre vittorie, il pareggio e le due sconfitte le valsero soltanto il terzo posto. Addirittura ultima nel 1971-72, dietro Napoli, Fiorentina e Bologna e nel 1973-74, dietro Palermo, Juventus e Cesena.

Giordano Grassi

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram