LAZIO. I jolly di PETKOVIC

Pubblicato 
lunedì, 23/07/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

 

RASSEGNA STAMPA – (D. Magliocchetti) - I camaleonti al servizio di Petkovic. Giocatori in grado di ricoprire più ruoli all’interno della squadra, garantendo al tecnico la stessa qualità e impressionante costanza di rendimento rispetto al ruolo naturale. Una rarità di questi tempi. E chissà che non sia anche questo a rallentare il mercato laziale, considerata l’incredibile duttilità di alcuni biancocelesti.

Nella Lazio ce ne sono davvero tanti di jolly, da Konko a Radu, da Mauri a Candreva, Cana e così via, ma i più importanti probabilmente sono in quattro: Hernanes, Lulic, Gonzalez ed Ederson. Loro rispetto a tutti gli altri riescono a ricoprire quattro, cinque e addirittura sei ruoli. Le conferme sono arrivate da Lulic e Gonzalez. Le novità riguardano Hernanes ed Ederson che ha mostrato una grande duttilità a ricoprire più ruoli in mezzo al campo come l’esterno a destra o sinistra, il centrale di metà campo accanto a un mediano e il trequartista. Su di lui Petko punta a occhi chiusi, anche se lo vede meglio come trequartista o esterno sinistro. Per non parlare di Hernanes. Anderson sta riuscendo a imporsi come centrocampista, il ruolo che avrebbe sempre voluto occupare da quando è approdato nella capitale. Ora, dopo tanto lavoro, sta dimostrando che può fare, mezzala destra o sinistra, anche il regista davanti alla difesa. A Petkovic non dispiacerebbe consegnare il centrocampo a Hernanes, quasi fosse un clone di Pirlo, ma c’è da lavorare. I camaleonti per antonomasia della Lazio sono Lulic e Gonzalez. Il bosniaco è impressionante per la sua versatilità. Nella passata stagione ha cominciato come terzino sinistro e poi destro per giocare più avanzato sempre su entrambe le fasce. Il meglio però l’ha dato come mezzala sinistra, dando alla squadra quel cambio di passo in più che serviva ogni volta per far ripartire l’azione, realizzando anche dei gol importanti prima dell’infortunio che ne ha condizionato la parte finale della stagione. Per Petkovic, Lulic è un giocatore d’attacco che dal centrocampo in su, regista a parte, potrebbe ricoprire qualsiasi ruolo, perfino da attaccante. Chi, invece, non conosceva per niente e ne è rimasto piacevolmente sorpreso è Gonzalez. Il motorino uruguagio in queste amichevoli è stato impiegato sulla fascia destra e sinistra e durante qualche partitella in famiglia ha dimostrato all’allenatore di essere all’altezza pure come esterno basso e mediano. La Lazio sta nascendo sotto i migliori auspici. E con i nuovi camaleonti si può giocare in qualsiasi modo e soprattutto far divertire.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram