Pubblicato il 23-12-2015 alle ore 16:27

NOTIZIE LAZIO – A Roma ha lasciato il cuore, la famiglia e la fascia di capitano. Cristian Ledesma, dopo qualche mese in Brasile a vestire la maglia del Santos, ha deciso che può bastare così. Ha approfittato delle vacanze di Natale per far ritorno a casa, ha deciso di rescindere il contratto e restare in Italia. Poi del domani non v’è certezza, l’unica è che la Capitale e la Lazio gli mancano troppo. Difficile vederlo indossare nuovamente la maglia bianceleste, non impossibile che possa vestirne una di serie A col mercato invernale alle porte. In una lunga intervista a calciomercato.com, il centrocampista italo-argentino racconta i suoi ultimi mesi e il suo futuro, e commenta il momento che vive la sua ex squadra.

Attualmente giochi in Brasile: come ti trovi? 
“In Brasile non voglio tornare, chiuderò il mio contratto in anticipo. Non ce la faccio più a stare lontano dalla famiglia, sono rimasto lì per tre mesi, anche per vedere come era la città e conoscere il paese, ma mi sono accorto che gli affetti sono troppo importanti. Era da parecchio che non mi succedeva, anche perchè da quando sono in Italia ho cambiato pochissimo: prima 5 anni a Lecce, poi 9 a Roma. Rescinderò con il Santos, avevo anche inserito nel contratto una clausola che mi consente di farlo sin da subito”

Si è parlato di un tuo possibile ritorno in Serie A già da gennaio: è vero che l’Atalanta del tuo vecchio allenatore Reja ti ha contattato?
“I rapporti con il mister sono buoni, ma all’Atalanta ci sono tanti giocatori nel mio ruolo. Conosco Reja, so che vuole due giocatori per ruolo, quindi in questo momento non credo possa essere fattibile. Ma conosciamo il mercato, sappiamo come funziona, quindi mai dire mai: anche perchè a gennaio alcuni giocatori possono andare via…” 

La tua ex squadra, la Lazio, della quale sei stato a lungo capitano, non sta vivendo un periodo facile, nè dal punto di vista dei risultati nè da quello dell’ambiente, con la contestazione della Curva: tu come la vedi? 
“La Lazio è un ambiente difficile, non lo è sempre stato ma lo è diventato da quando è arrivato Lotito: in questo momento la situazione è molto complicata, ma è solo il frutto di ciò che si è progressivamente creato in questi anni. Perchè i giocatori hanno quasi tutti rapporti difficili con Lotito? E’ un personaggio particolare, io spero che possa risolversi tutto: c’è da augurarsi che le cose vadano meglio, soprattutto dal punto di vista dei rapporti umani”

Come mai hai scelto di non continuare a Roma? Non c’erano i presupposti?
“Ho capito che non avrei avuto spazio per giocare e ho fatto la mia scelta di conseguenza, senza alcun tipo di polemica o critica. Per un calciatore è fondamentale scendere in campo con continuità. In società hanno preso un altro tipo di decisione, ma con i tifosi il rapporto è rimasto ottimo”

Che rapporto avevi con Stefano Pioli?
“Lui ha fatto le sue scelte, è sempre stato molto chiaro come d’altronde lo sono stato io. Ha preferito puntare su altri giocatori, è normale per un tecnico, ma io volevo giocare. Spero per lui e per la Lazio che le cose possano andare meglio dal punto di vista dei risultati di quanto fatto finora”

Che ne pensi del tuo ex compagno e rivale di ruolo Lucas Biglia?
“Lucas è un grandissimo giocatore, posso solo ammirarlo. Non è che perchè uno gioca al posto tuo ne devi parlare male. Sono contento per lui e soprattutto per la Lazio, che ha trovato un grande centrocampista. Biglia non si discute, è un nazionale argentino e un elemento validissimo”

C’è stato un sondaggio da parte del Milan su di te quest’estate? 
“No, anche se mi hanno chiamato in tanti, procuratori e non: dopo 9 anni senza trasferimenti non ricordavo questa parte del mio lavoro, che sinceramente considero la peggiore. C’è tanta gente che si inventa le cose”

Chiuderei parlando di tuo figlio: la Lazio può sperare in un altro Ledesma per il futuro?
“Io penso che a quest’ età si debba solo divertire, quando è entrato di nuovo al centro sportivo gli è tornata luce negli occhi. A quest’età è fondamentale giocare con felicità e fare sport per la parte motoria. Sono molto contento, per il futuro vedremo”

GB

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.