MUSLERA: “Ringrazio Sabatini, ma spero che il derby lo vinca la Lazio con gol di Alfaro. Mi mancano i tifosi biancocelesti”

Il portiere uruguaiano sente la mancanza della capitale e continua a sostenere i biancocelesti

 (getty images)

MUSLERA SUL DERBY -Fernando Muslera, ex portiere della Lazio, è intervenuto ai microfoni di Radio Manà Manà Sport 24.

Ecco le sue dichiarazioni:

Devo molto a Sabatini: è una grande persona e lo ringrazio, ma spero che la Lazio possa vincere il derby. Spero che segni Alfaro. Mi manca Roma, sono stato 4 anni alla Lazio. Mi mancano i tifosi biancocelesti ma qui anche si sta bene. Qui i tifosi sono più ‘matti’, il calcio lo sentono in maniera viscerale – ha aggiunto – Volevo restare alla Lazio ma poi le cose non sono andare come pensavo”.

L’uruguaiano si sofferma poi sugli avversari:

“L’avversario più temuto era De Rossi. Totti? Non ne parlavamo tanto nello spogliatoio. Il mio pre-derby? Si parlava  spesso con i tifosi e con i giocatori esperti come Ledesma e Rocchi. E’ una partita speciale, se ne parla tanto ed è bellissima da vivere e da giocare. E’ normale che ci siano tensioni al derby, si vive a mille e qualsiasi cosa si dice si interpreta male. Il mio battibecco con Mexes in un derby? Solo una reazione dettata dal nervosismo ma è poi fini a lì’.

  Muslera ricorda poi due episodi della stracittadina:

‘Il laser al  derby c’è stato ma no, non mi ha dato fastidio. Avevo Ledesma davanti e avevo visto la palla all’ultimo, è questa la verità. Mi ricordo il primo derby che ho giocato vinto 4 a 2, lì feci una parata decisiva su Panucci’.

L’estremo difensore del Galatasaray parla infine anche dei suoi colleghi:

Marchetti è un grandissimo portiere, ha grande qualità ed è un bravo ragazzo quando sono andato via dalla Lazio sono contento che  abbiano preso lui. Sabatini è stato bravo a prendere Stekelenburg, è il secondo portiere al mondo, un campione‘.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.