Restiamo in contatto

NOTIZIE

PAGELLE di Paolo Cericola | Lazio-Juventus: si salvano solo Lazzari e Milinkovic

Pubblicato

il

reina lazio juventus
Tempo di lettura: 2 minuti

PAGELLE LAZIO JUVENTUS – Lazio-Juventus finisce 2 a 0 a favore dei bianconeri grazie alla doppietta su rigore di Bonucci. La squadra di Maurizio Sarri è partita bene, ma dopo il penalty non è riuscita a creare pericoli agli avversari. Di seguito le pagelle del nostro direttore Paolo Cericola.

Le pagelle di Lazio-Juventus

Reina 3 – La Juventus crea poco, molto poco, ma va in vantaggio su rigore. Che follia sul finale.
Lazzari 6 – Parte da terzino destro, accendendo spesso il motorino travolgendo tutto e tutti. È il più pericoloso ma nella ripresa perde tutta la spinta.
Luiz Felipe 5 – Governa la retroguardia dovendo chiudere e riaprire in più occasioni. Soffre troppo la velocità di Chiesa e compagni.
Acerbi 5 – Bene quando marca Morata ma quando il pallone corre sono dolori.
Hysaj 5,5 – Spinge solo nella ripresa restando bloccato a sinistra nel primo.
Luis Alberto 5,5 – Troppo lontano dalla zona pericolo. Copre ma davanti non si vede mai.
Cataldi 5 – Parte bene ma poi la sua scivolata su Morata cambia l’inerzia della gara e lui la soffre faticando a rientrare in partita.
Milinkovic 6 – Aiuta Pedro in fase offensiva diventando spesso il centravanti di peso in area bianconera.
Felipe Anderson 5 – La partenza lascia bene sperare. Accelera e semina avversari ma il rigore subito cambia la gara e lui perde pericolo.
Pedro 5 – Dovrebbe fare il centravanti ma esce spesso dall’area di rigore lasciandola vuota, si vede poco.
Zaccagni 5 – Si fa vedere solo nei primi minuti quando i compagni lo cercano, poi con il passare dei minuti esce dalla gara.
Sarri 5 – Partenza a tavoletta ma il rigore al 23º cambia la gara regalando nervosismo e poca lucidità in più giocate, Di Bello perde il controllo della gara e la Lazio si innervosisce troppo, ma senza Immobile davanti non si creano pericoli, tanto che Szczesny non fa una parata. La Champions si allontana.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *