Pescara-Salernitana, aggredita la figlia di Grassadonia: intimidazioni per l’allenatore

lazionews-lazio-grassadonia
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

SALERNITANA GIANLUCA GRASSADONIA – Brutto episodio in quel di Salerno. La figlia 18enne dell’allenatore del PescaraGianluca Grassadonia, è stata aggredita da un gruppo di persone come forma di intimidazione in vista della partita tra il club abruzzese e la Salernitana. Il match è valevole per la promozione in Serie A del club campano. L’episodio è stato denunciato dalla moglie del mister, Annabella Castagna, con un post su Facebook.

Il post

“Dopo cinque giorni di minacce e insulti dirette alla nostra famiglia, la follia consumatasi questa sera è intollerabile. Nostra figlia, appena diciottenne, è stata minacciata e aggredita con spintoni e calci affinché il papà capisca…. Tutto questo per una partita di calcio. Ci auguriamo che questi criminali, ben lontani dall’essere tifosi, vengano identificati al più presto, anche perché questa è la prima volta in cui il bersaglio della violenza è stato un componente della nostra famiglia. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno mostrato solidarietà in queste ore così tristi e concitate, ma ci sembra chiaro, ora più che mai, che la nostra vita continuerà lontano da Salerno. Ci auguriamo che civiltà e rispetto possano divenire prerogativa di tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.