LAZIO-LECCE 1-1. LE PAGELLE DI PAOLO CERICOLA

Bene Candreva, Ledesma e Matuzalem, male Reja

(getty images)

MARCHETTI 6: Si oppone tre volte al Lecce, ma al quarto tentativo capitola

SCALONI 6: Spinge molto sulla destra, mette in area più di un cross

DIAKITE’ 6.5: Graziato da Di Michele al 13′ del primo tempo, per il resto autoritario e preciso

BIAVA 6: Si fa ammonire al primo intervento, ma Di Michele non lo mette mai in difficoltà

GARRIDO 6: Ha Cuadrado dalla sua parte, un cliente scomodo. Tiene a bada con qualche sbavatura. Ammonito

LEDESMA 7: Si piazza proprio davanti alla difesa e smista tutto il gioco della squadra

MATUZALEM 7.5: Il professore sale in cattedra e potrebbe regalare la vittoria alla Lazio. Non sbaglia nulla, roccioso in chiusura e preciso in costruzione

GONZALEZ 6: Corre molto, si impegna in chiusura ma poi lascia desiderare in attacco. Stanco

HERNANES 5: Prende una botta nei primi minuti che lo limita molto, ma senza Mauri è lui che dovrebbe fare la differenza, invece… Altra brutta prestazione, Reja lo toglie all’intervallo

CANDREVA 7.5: La Curva lo abbraccia prima della gara e lui ripaga con una prestazione maiuscola. Sfiora il gol in più occasioni centrando anche la traversa

ROCCHI 6: Lotta da solo nel primo tempo, nella ripresa Reja gli affianca Alfaro. Costruisce per l’uruguaiano la migliore delle occasioni, vanificata. Fa tanto movimento ma è poco pericoloso

REJA 5: Oggi perde un treno importantissimo per la Champions. Ci mette molto del suo sostituendo Hernanes con Alfaro: non sarebbe stato meglio inserire il giovane Rozzi accanto al capitano Rocchi?

ALFARO 5: Entra per Hernanes nell’intervallo. Ha da Rocchi una palla fantastica per il vantaggio ma è troppo lento nel controllo. Esce dopo 30 minuti, stupito

CANA 6: Entra per Alfaro a 15 minuti dalla fine, mette chili nella speranza di una palla alta. Dopo la rete di Matuzalem fa il trequartista

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

3 Commenti

  1. finalmente cominciamo a capire che questo allenatore non ne azzecca una e non valorizza i giovani. ci vogliono venti partite ridicole per farvelo capire ma alla fine lo state capendo, meno male almeno speriamo che sto friulano maledetto se ne vada prima di poi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.