CONFERENZA. Inzaghi: “Felipe è pronto, Wallace da valutare. Stadio di proprietà? Mi piacerebbe essere il primo…”

pubblicato il 06/12

ZULTE LAZIO CONFERENZA STAMPA INZAGHI – Una trasferta per sperimentare la Lazio 2.0. Questo è il solo obiettivo di Inzaghi che nell’ultimo impegno della fase a gironi di Europa League contro lo Zulte, già certo della qualificazione ai sedicesimi di finale, ne approfitterà per dare minutaggio e chance a tanti giovani biancocelesti, da Miceli al giovanissimo Armini. Intanto oggi il mister è intervenuto in conferenza stampa dal Regenboogstadion di Waregem insieme al ritrovato Felipe Anderson.

LA GARA – “Domani cambieranno giocatori, cambierà competizione, ma voglio vedere lo stesso approccio di sempre. Siamo già qualificati da primi, ma voglio vedere una squadra che giocherà la propria partita sapendo che dobbiamo cercare di fare bene. A parte Crecco e Palombi, gli altri hanno avuto spazio tra Europa e campionato.”

FELIPE E WALLACE – “Nel secondo tempo vedremo Felipe che sta bene si allena con noi da 4/5 giorni a pieno ritmo, senza sentire più dolori. La sua voglia di rientrare era tanta, abbiamo (io in primis) cercato di forzare un po’ rientro, ma ora è arrivato il suo momento. Wallace vediamo domani mattina, la mia speranza è quella di inserire anche lui sul finale di partita. Non vogliamo correre rischi, valuteremo domani mattina il risveglio muscolare.”

STADIO LAZIO – “Mi piacerebbe essere il primo allenatore della Lazio a giocare nel nuovo stadio. Penso sia una cosa positiva per tutti quanti, girando l’Europa abbiamo visto tanti stadi all’avanguardia di squadre anche inferiori alla Lazio, non vedo perché questa società non debba averlo.”

CRECCO, PALOMBI, MURGIA – “Sono contentissimo di Murgia, è in continua crescita. É un ragazzo che migliora di partita in partita, davanti ci sono Leiva Milinkovic e Parolo che stanno facendo benissimo, è difficile toglierli nelle partite di campionato, ma di Alessandro sono contento perché ci ha permesso di vincere la Supercoppa, è un ragazzo che ascolta e lavora tantissimo. Crecco e Palombi sono due ragazzi che ho visto crescere, in questo momento stanno trovando meno spazio. Vediamo il mese di dicembre, poi valuteremo con loro o con la società se sarà meglio tenerli o mandarli a giocare da qualche parte come Lombardi.”

LUKAKU – “Sono contento di Lukaku, è un giocatore molto importante che ci aiuta tanto. Lui si sta alternando con il nostro capitano che è Lulic, però è entrato in tante partite e ci ha permesso di alzare il baricentro della squadra, un paio di problemi fisici ne hanno rallentato il minutaggio, ma è un giocatore su cui punto molto. Si sta migliorando tutti i giorni, la speranza è che non abbia più contrattempi, senz’altro il suo minutaggio salirà. In questo momento è molto importante per la mia squadra”

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here