lazionews-lazio-liverpool-reina-pepe
Foto LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO CHAMPIONS LEAGUE – Il countdown, a Roma, è ufficialmente iniziato. Martedì 20 ottobre, allo stadio Olimpico, la Lazio torna a disputare una partita di Champions, tredici anni dopo l’ultima volta. Il calendario della competizione offre ai biancocelesti un debutto di fiamma contro il Borussia Dortmund, avversario più temibile di un girone composto anche da Zenit e Brugge. L’incognita principale, in casa Lazio, riguarda l’esperienza. Sono pochi i giocatori che hanno già accumulato presenze nella competizione. Molti sono all’esordio, a partire da Simone Inzaghi. Il mister, miglior marcatore europeo della storia laziale, è al debutto in Champions nella nuova veste da allenatore. L’allenatore potrà fare affidamento ad alcuni veterani della rosa che conoscono il torneo molto bene.

Il podio biancoceleste di presenze in Champions League

C’è infatti chi, nella Lazio, la Champions League l’ha già giocata. Il biancoceleste con più presenze nel torneo è il nuovo portiere, Pepe Reina: ben 81 gettoni. Lo spagnolo ha avuto le sue maggiori soddisfazioni con la maglia del Liverpool, nonostante avesse esordito con il Barcellona, con cui ha raggiunto una finale, poi persa, contro il Milan. L’ex Napoli insegue il record di giocatore in attività con più presenze nelle competizioni europee. Al momento Reina è quinto (171), a due presenze da Xavi (173) a sole tre dal terzo posto occupato da Paolo Maldini (174). Dietro Reina ecco Lucas Leiva, secondo laziale con più presenze in Champions League: 25 e un gol. Chiude il podio Joaquin Correa: 11 presenze, 2 gol con il Siviglia.

Da Immobile a Patric: le presenze dei laziali in Champions

Sono tanti, poi, i giocatori con meno di 10 presenze. A partire da Ciro Immobile, 10 volte protagonista in Champions League con Juventus, Siviglia e Borussia Dortmund, club con il quale ha siglato 4 reti nella competizione. Poi Senad Lulic (6 presenze con Lazio e Young Boys, ma al debutto nella fase a gironi), Andreas Pereira (5) e Stefan Radu (3, tutte nei preliminari). A due presenze il terzetto Parolo, Vavro e Bastos. Chiudono la lista, con una sola apparizione in Champions League, Caicedo, Patric e Milinkovic. Per tutti gli altri sarà esordio assoluto. Per le aquile è arrivato il momento di volare nei cieli d’Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.