(getty images)
(getty images)

NOTIZIE SS LAZIO – Giuseppe Pancaro pensa già alla Supercoppa italiana del 18 agosto. L’ex difensore della Lazio, ai microfoni di Lazio Style Channel, spiega che alla sfida con la Juve  “arriva meglio la Lazio, ma non dobbiamo farci ingannare dal calcio d’agosto. Il fatto di giocare in casa potrebbe essere un piccolo vantaggio. Se dovessi scegliere un protagonista direi Candreva, penso sia giocatore importante che sta confermando quanto fatto ad inizio carriera. La Lazio è stata brava a crederci e può essere fondamentale. Chi temo della Juventus? Il gruppo, che è la loro vera forza”.

Pancaro non si fida molto degli esiti delle ultime amichevoli: “Stiamo parlando di calcio d’agosto, bisogna dargli il peso che merita. Noi italiani le amichevoli facciamo fatica a giocarle, ma questi risultati sono lo specchio del momento che sta attraversando il nostro calcio. Essendoci tante partite, tante pressioni, è difficile attivarsi anche in amichevole. A differenza di tanti anni fa, in cui anche non al 100% riuscivamo a vincere la partite, oggi, essendo calata la qualità, non si vince più“.

Per il campionato la favorita è sempre la stessa, secondo il terzino calabrese: “La Juventus è ancora un gradino sopra le altre; è la squadra che ha vinto il campionato e che si è rinforzata ulteriormente. Subito dietro c’è una batteria di squadre tra cui Milan, Napoli, Fiorentina e Lazio. La Roma, invece, è un’incognita. La Lazio, in questi ultimi anni, è una di quelle che si è mossa meglio. Non ci sono state cessione eccellenti, il settore giovanile ha raggiunto grandi risultati, sta facendo grandi passi in avanti. Al momento mancano un paio di top player, senza di loro si fa fatica. La Lazio sta sopperendo a questa mancanza con una grande organizzazione sia societaria che tattica. Sicuramente mancano un difensore ed un centrocampista; davanti ci sono grandi giocatori, Klose è un top player, Floccari è un giocatori importante cosi come Candreva e Lulic”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.