lazionews-lazio-atalanta-acerbi-francesco
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

ATALANTA LAZIO ACERBI – Il difensore della Lazio, Francesco Acerbi, è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale del club al termine del match perso 3-2 contro l’Atalanta. Queste le parole del numero 33 biancoceleste.

Acerbi su Atalanta Lazio

“L’approccio era fondamentale ma non è bastato. Loro sono più in condizione ma noi non dobbiamo prendere tre gol. Normale che con la sconfitta di oggi non ci abbassiamo e non andiamo giù come conigli, dobbiamo continuare a lavorare e andare avanti. Con un po’ più di attenzione non si perdeva ma non ci ridimensioniamo, prendiamo spunto dalle cose buone che abbiamo preparato e miglioriamo le cose che abbiamo sbagliato. Non è colpa della stanchezza, giochi anche con la testa. Il mio ruolo è fatto anche con la testa, contro una squadra come l’Atalanta devi stare attento. Quando prendi gol devi stare calmo, se entra nervosismo e paura, poi bisogna ricompattarsi. La partita non era finita, non ci hanno ammazzato, ma se ti disunisci fai una frittata, all’ultimo puoi pareggiare o prendere un altro gol”.

Dall’Atalanta alla Fiorentina

“Ormai non ha più importanza, ora dobbiamo pensare alla Fiorentina, match più importante di questo. La cosa bella è che non puoi pensare alla partita che perdi perché ce n’è subito un’altra, sarà un mese e mezzo importante, mentalmente ci sarà da essere forti per superare questo momento, solo così si potrà essere brillanti fisicamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.