lazionews-lazio-silva.jpg
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

DAVID SILVA ADDIO MANCHESTER CITY – Adesso è ufficiale: David Silva non è più un giocatore del Manchester City. Il sito dei Citizens ha pubblicato un’intervista al centrocampista nella quale ripercorre la sua esperienza a Manchester: un cammino in cui la squadra è passata da club di metà classifica a società leader in Inghilterra. Questi i passi più interessanti dell’intervista a David Silva.

Addio al City

“Sarò sempre grato ai tifosi del City, mi hanno trattato alla grande sin dal mio arrivo a Manchester. Li ringrazio perché mi hanno fatto sentire come se fosse in famiglia, come se fossi a casa mia. Sarò un tifoso del City per tutta la mia vita e così anche la mia famiglia. Abbiamo trasformato il Manchester City in un club vincente. Questa è stata una grande cosa per i nostri fanno che da anni non vedevano la loro squadra alzare trofei. Ed è normale che dopo quanto fatto in questi 10 anni le aspettative siano sempre più alte, ma questa è una squadra che può continuare a crescere anche in futuro.”

Ruolo

“Mi piace giocare in mezzo al campo, stare sempre a contatto con il pallone. Questo sistema mi ha permesso di muovermi liberamente per tutto il centrocampo, cercando di muovermi tra le linee, creando spazi per ricevere il pallone o per provare a creare delle opportunità tramite dei palloni filtranti per gli attaccanti.”

Mancini

“Ebbe tanta fiducia in me. Quando stavo nel Valencia, mi chiamava spesso per convincermi a venire nel City. Credeva in me, mi aiutò a prendere la migliore decisione della mia carriera, e da quel momento sono passati dieci anni. Tutto grazie a lui”.

Post calcio

“Ancora non lo so. Quando smetterò di giocare ci penserò. Potrei continuare a essere coinvolto con il calcio o forse con qualcosa di diverso. La cosa che voglio sicuramente è godermi la mia famiglia e i miei amici, perché il calcio è bello ma ti assorbe veramente tanto tempo. È da quando ero giovane che ho passato tanto tempo lontano da casa. Non rimpiango nulla di quello che ho fatto, ma ho perso tanto tempo che avrei potuto passare con la mia famiglia e cercherò di restituirgliene un po’, godendomi il resto della vita con le persone che amo.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.