INTERVISTA. Acerbi: “La piazza è molto esigente, ma noi abbiamo messo il cuore” (VIDEO)

INTERVISTA LAZIO FIORENTINA – Nella gara di oggi all’Olimpico la Lazio era chiamata a rispondere con una grande prova dopo le brutte prestazioni con Roma ed Eintracht. L’avversario era la Fiorentina, una delle squadre più in forma di questo inizio stagione. I biancocelesti hanno vinto 1-0 grazie al gol di Immobile. Al termine della gara Acerbi è intervenuto ai microfoni del canale telematico biancoceleste e in mixed zone.

NAZIONALE – “Sono contento perché il lavoro che fai tutti i giorni, cercando sempre di migliorare, anche nelle sconfitte, mai mollando. È una piccola soddisfazione. Cercherò di dare sempre il massimo per raggiungere la Nazionale. Cerco di mettermi a disposizione come ho sempre fatto, sono felice, speriamo di giocare”.

LAZIO FIORENTINA – “Abbiamo perso due partite dopo 5 vittorie, però non è una striscia lunghissima di sconfitte. La piazza è molto esigente, ci mette sempre sull’attenti. Si va troppo sul negativo, bisogna guardare anche i lati positivi nella vita. Bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno. La Fiorentina stava bene e noi abbiamo preparato la gara in un giorno, loro in una settimana. Abbiamo avuto voglia di lottare, abbiamo sofferto un po’ ma loro non hanno avuto nette palle gol. La Fiorentina è giovane, attacca… Noi abbiamo messo il cuore, la vittoria è più che meritata. Loro attaccavano in tanti, noi siamo stati molto squadra e abbiamo concesso poco. Abbiamo cercato il gol e l’abbiamo trovato, anche se su calcio piazzato. Abbiamo chiuso bene, questo deve essere un punto di partenza. Serve essere umili. Difendendo tutti con lo spirito giusto si porta a casa il risultato. Era fondamentale vincere, oggi dovevamo ripartire. Con la qualità che abbiamo in attacco”.

LAZIO – “Fisicamente stiamo bene, abbiamo messo la testa e il fisico ti aiuta. Oggi, dopo una settimana intensa, abbiamo fatto bene. Se metti concentrazione e determinazione puoi fare il massimo con chiunque”.

GOL SUBITI – “Quando subisci gol è sempre colpa di tutti, vuol dire che prendi un po’ di concentrazione sulla palla inattiva. Come facciamo gol noi lo fanno anche gli altri. Con la Var gli arbitri non ti fanno neanche toccare l’avversario”.

RUSS – “Ho letto il giorno prima che Russ voleva la mia maglia, ci siamo guardati quando ci siamo dati la mano in campo e a fine partita. Ci si guarda negli occhi e ci si capisce, è un grande ragazzo e ha meritato di vincere”.

SCONTRO CON SIMEONE – “Basta un mezzo scontro che l’arbitro può decidere se sanzionare o meno. Come ha detto Orsato è uno scontro di gioco. Se avesse fischiato questo avrebbe dovuto fischiare tutto. Se dava questo rigore doveva darlo anche su Caicedo”.

IMMOBILE – “Ciro è un grande attaccante, lo dicono i numeri, e loro non sbagliano mai. Guardo molto la voglia che ci mette nel voler far gol. Come lui ha voglia di far gol io ho voglia di non subirli. Non mollo mai, il mio ruolo è fare il difensore. Lui fa gol, fa vincere la squadra, corre tanto”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.