Nesta, Zauri e Sosa in coro: “de Vrij deve giocare”

de vrij lazio difesa calciomercato
de vrij lazio difesa calciomercato

NESTA ZAURI SOSA DE VRIJ – Il caso Stefan de Vrij è sulla bocca di tutti e non potrebbe essere altrimenti: è una situazione che farà giurisprudenza. Due cuori biancocelesti ed un doppio ex del big match Lazio-Inter in programma domenica prossima hanno parlato del centrale olandese e non solo.

ALESSANDRO NESTA – “Domenica sera sarà una partita importantissima, la vedrò e tiferò Lazio. Per la mia ex squadra sarebbe una grande cosa tornare in Champions, spero ce la faccia. Se l’è meritata! de Vrij? Lo farei giocare subito, senza pensarci. Club e calciatori si salutano quando il contratto finisce, lui è un professionista. Giusto schierarlo con l’Inter”, ha detto l’ex capitano biancoceleste e neo-tecnico del Perugia a margine di un evento nel capoluogo umbro.

LUCIANO ZAURI – Immobile per caratteristiche e media-gol quest’anno è insostituibile: staranno facendo di tutto per farlo tornare in campo. Inzaghi starà valutando le sue condizioni, per non rischiare un cambio. Lo farei entrare subito, sperando che possa continuare la gara. de Vrij? Non è mai stata in discussione la sua bravura, è un grande campione. Dispiace perdere un giocatore del genere, ma avrà fatto le sue valutazioni. Ci mette la faccia domenica e io se fossi Inzaghi lo farei giocare, sposta gli equilibri e va sfruttato finché è alla Lazio. Non sarà una partita facile per lui, ma si è campioni anche per questo motivo. Spero che disputi una grande gara per la Lazio, poi penserà al futuro, lo deve anche ai suoi compagni. Ha trascorso molto tempo a Roma, ha gioito, esultato, quindi farà il meglio per i suoi. Inoltre vincendo c’è un guadagno personale. L’assenza più pesante? Vedendo la partita di Crotone, direi Parolo: in campo ci deve sempre essere, è bravo ad inserirsi e a recuperare palloni. I giocatori che segnano vanno sempre messi in campo, ma a Crotone la squadra ha creato molto anche senza Immobile. La partita di domenica? L’Inter vista col Sassuolo ha avuto dei problemi, ma ha giocatori che possono far male. E’ una squadra fisica, hanno Icardi: la squadra è costruita per fare bene, anche se non ha rispettato le aspettative. La Lazio merita, per quanto fatto, di ottenere il quarto posto. Lo stato psicologico? Manca solo una partita, si azzera tutto e chi avrà più sangue freddo o sfrutterà il ‘colpo del campione’, avrà la meglio. Sarà una partita combattuta, agguerrita. Psicologicamente non vedo una favorita”, ha detto l’ex difensore di Lazio, Atalanta, Fiorentina Sampdoria ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia’.

RUBEN SOSA – “Per me è favorita la Lazio. Per tasso tecnico, perché ha due risultati su tre, perché gioca in casa. Sarà una partita molto combattuta. Per questo è decisivo essere stabili e solidi in difesa. Bisogna fare attenzione dietro e provare a ripartire in velocità perché entrambe le squadre proveranno ad attaccare. In queste partite devono essere decisivi gli attaccanti. Sono partite che bisogna sempre decidere perché si può diventare l’eroe stagionale. Sono convinto che Immobile recupererà e che segnerà. Nell’Inter per lo stesso motivo dico Icardi. Fallire la Champions? Le conseguenze peggiori sarebbero per l’Inter. Mi sembra che economicamente sia messa peggio rispetto alla Lazio, inoltre per i nerazzurri incomincia a essere troppo il tempo senza Champions. I risultati degli ultimi anni non rispettano lo status del club. de Vrij? Per me deve giocare. Siamo nel 2018, non si può non essere professionisti seri. Sicuramente darebbe il massimo e se non dovesse giocare e poi la Lazio non vincesse a tecnico e tifosi resterebbe sempre il dubbio di come sarebbe finita con lui in campo”, ha detto il doppio ex di Inter Lazio a ‘La Gazzetta dello Sport’.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here