Tempo di lettura: 2 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT – Questa comincia ad essere la Lazio di Petkovic…

(getty images)

 

RASSEGNA STAMPA – (F. Patania) – Ora serve una notte di grande calcio con il Palermo per innamorarsi. Ma questa comincia a essere davvero la Lazio di Petkovic, che ha già conquistato il gruppo e dopo ogni partita, prima di rientrare negli spogliatoi, va a stringere la mano a tutti i suoi giocatori. Tre gol al Mura e una sola disattenzione in difesa: è finita tra gli applausi dell’Olimpico, che si è divertito e ha salutato l’ingresso ai gironi di Europa League. Segnali buoni, altri progressi nel gioco, la doppietta di Kozak, il ritorno di Zarate, l’esplosione di Hernanes centrocampista, la qualità e la corsa che sono emersi con chiarezza dopo venticinque minuti di fatica per sbloccare il risultato. Dopo il blitz di Bergamo, è arrivata un’altra risposta positiva dal campo. Petkovic chiedeva e cercava conferme. E’ rimasto soddisfatto, ha applaudito la Lazio: “Mi è piaciuta la concentrazione, la cattiveria e la scioltezza con cui ha giocato la squadra. Non mi è piaciuto questo gol che alla fine non dovevamo prendere”. Inevitabile chiedere del mercato: “Al momento non ci sono novità. Vediamo cosa succede. Mancano ancora venti ore alla chiusura delle trattative, ma non mi aspetto niente”. Promosso Kozak. “Ha realizzato due gol, può migliorare, ha dimostrato che può far valere le sue doti e rivelarsi importante”. Fiducia a Zarate: “Si è mosso meglio e di più per la squadra. E’ quello che voglio. Negli ultimi quindici-venti minuti l’ho impiegato da mediano proprio per sviluppare questo obbligo al sacrificio. Ha dimostrato che può essere utile per questa squadra. Dipende solo da lui”. Ecco il concetto importante: “L’ho detto alla squadra. Giocano i migliori. Sette attaccanti sono tanti, ma loro devono soltanto mettermi in difficoltà. E’ meglio averli i giocatori che non averli”.  L’ultimo pensiero di Petko è riferito al Palermo: “E’ una partita importante. Non abbiamo snobbato il Mura, ma nei pensieri dei giocatori c’era la necessità di chiudere in fretta il discorso e concentrarsi sulla sfida di domenica. Il Palermo viene da una brutta sconfitta e non ci voleva perché vorranno riscattarsi. Noi cercheremo di vincere. Mi aspetto di confermare questo momento positivo e mi auguro che ci siano altri progressi” .

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.