Inzaghi: "Una brutta sconfitta, non siamo ancora una grande squadra. Oggi commessi errori inammissibili"

Pubblicato 
domenica, 15/09/2019
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

SPAL LAZIO INZAGHI - Un brutto passo indietro della Lazio che, nella terza giornata di Serie A, esce sconfitta a Ferrara per 2 a 1. La Spal, ordinata e più in gamba rispetto ai capitolini, ha rimontato i capitolini nella ripresa, grazie alle reti di Petagna e Kurtic. L'allenatore biancoceleste, Simone Inzaghi, è intervenuto a Sky per commentare quanto accaduto sul rettangolo di gioco.

Il commento di Inzaghi post Spal-Lazio

PARTITA - "Una brutta sconfitta, avevamo fatto un ottimo primo tempo. Siamo andati in vantaggio, costruendo tante occasioni e prendendo un palo. Come spesso accade nel calcio, però, non abbiamo chiuso la partita e nella ripresa è mancato ordine. Nel secondo tempo non siamo stati la solita Lazio e, quando accade, puntualmente, paghiamo. Ci abbiamo messo del nostro, tenendo in vita la Spal. Perdendo una marcatura e con un tiro al 92' abbiamo perso, c'è delusione".

RIPRESA - "La colpa principale è nostra, una squadra che ambisce a posizioni alte in classifica non può marcare gli avversari a cinque metri, o non segnare un gol con tanti tiri in porta fatti. La Serie A è difficile, ci eravamo già passati, ma con il possesso palla non si vincono le partite. Questa sconfitta deve essere una lezione, continuiamo a commettere questi passi falsi, ma non dovrà più succedere".

GIOCO LAZIO - "Una grande squadra vince anche 1 a 0, probabilmente ancora non lo siamo. Una partita così non si può perdere. Non dobbiamo prendere pali, devi avere più attenzione. In queste prime due partite abbiamo raccolto troppi elogi, oggi li paghiamo".

COLPE - "Io sono il principale responsabile perché sono a capo del gruppo, sono deluso. 4 punti non rispecchiano il gioco mostrato. Con la Roma dovevamo essere più precisi, abbiamo fatto 5 gol in tre partite, dovevano essere di più. Avessimo fatto tanti gol ora avremmo nove punti. Serve più attenzione, ma siamo agli inizi. Dobbiamo guardare a noi stessi, sapendo che questi errori non sono più ammissibili".

,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram