LA GAZZETTA DELLO SPORT. La Lazio trova il Rabotnicki. Reja: «Alla portata»

Pubblicato 
sabato, 06/08/2011
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

LA GAZZETTA DELLO SPORT. La Lazio trova il Rabotnicki. Reja: «Alla portata»

Uno stralcio dell'articolo de La Gazzetta dello Sport. I biancocelesti affronteranno i macedoni per il play off di Europa League...

È andata bene. La Lazio può tirare un bel sospiro di sollievo, il sorteggio del playoff di Europa League è stato benevolo. I biancocelesti se la vedranno con i macedoni del Rabotnicki (andata a Roma il 18 agosto, ritorno a Skopje una settimana dopo). Avversario ovviamente da non sottovalutare, ma difficilmente il club di Lotito avrebbe potuto pescare una squadra migliore[...]

Reja soddisfatto - Edy Reja è consapevole di tutto ciò, ma preferisce evitare toni trionfalistici: «È sicuramente una squadra alla nostra portata, ne avremmo potuti trovare di molto più impegnative. Però non dovremo affrontarla con sufficienza. Se non c’è impegno, le differenze tecniche si annullano. Quindi massima concentrazione, soprattutto nella gara di andata. L’ideale sarebbe chiudere subito il discorso qualificazione perché poi quando andremo a Skopje troveremo un ambiente caldo. E davanti al loro pubblico i nostri avversari triplicheranno gli sforzi pur di fare bella figura. Dovremo quindi fare attenzione a non prenderli sottogamba. [...]

Gli avversari - Prudenza comprensibile quella dell’allenatore goriziano, ma sulla carta non dovrebbe esserci confronto. Troppa la differenza tecnica tra le due formazioni, notevole anche il divario d’esperienza. Il Rabotnicki, che ha chiuso l’ultimo campionato macedone al quarto posto (dopo aver vinto lo «scudetto» nel 2005, 2006 e 2008), è infatti prevalentemente composto da giovani tra i 19 e i 20 anni. Alcuni anche interessanti, come il centrocampista Vujcic e gli attaccanti Manevski e Kreste Velkovski. Il presidente è Dragan Popovski, che saluta con entusiasmo l’abbinamento con la Lazio: «Per noi sarà un onore affrontare un club così blasonato. Qui in Macedonia tra l’altro fino a due anni fa tutti tifavano per i nostri prossimi avversari visto che con loro c’era Pandev (il fratello dell’attuale interista, Sasko, ha giocato col Rabotnicki fino a due anni fa, ndr). Per noi sarà durissima. Speriamo che ci sottovalutino, così avremo qualche speranza» .

Zarate caso aperto - Non è detto che contro i macedoni ci sia anche Zarate. La situazione dell’argentino è sempre in sospeso tra un ritorno da protagonista in biancoceleste e una cessione ad altro club. «Non so se resta— ammette Reja —, quel che è certo è che davanti abbiamo sette attaccanti e qualcuno dovrà partire» . Oggi intanto la squadra biancoceleste torna in campo. Appuntamento a Fiuggi (ore 18, diretta tv su Sportitalia) contro i romeni dell’Universitatea Cluj.[...]

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram