lazionews-lazio-napoli-radu-stefan
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO RADU MATERAZZI – La Lazio è una famiglia. Negli ultimi mesi questa piccola ma significativa frase è stata ripetuta più volte dai giocatori biancocelesti. I fatti testimoniano le parole: tutti uniti si viaggia verso l’obiettivo, e se nascono incomprensioni si risolvono. Era successo in estate, con Stefan Radu. Aveva svuotato l’armadietto, era pronto a salutare tutti, poi ha chiesto scusa e con gli occhi lucidi è ripartito da Auronzo.

Radu, il professore di una difesa da record

Qualche mese dopo Stefan Radu è tornato il leader di una difesa che al momento è la meno battuta della Serie A. Appena 21 le reti subite, e l’agente del rumeno, Matteo Materazzi, a La Repubblica ha confidato: “Lo chiamo “il professore”, e non solo io. Non sbaglia mai una partita, cuore e grinta. Questo è Stefan Radu”. La Lazio ha bisogno di Radu e viceversa. I giovani, come confidato da Luiz Felipe dopo il match con l’Inter, crescono sulle orme dei veterani. E Radu, bandiera laziale, è un elemento fondamentale. In campo e nello spogliatoio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.