CALCIOMERCATO

Lazio-Flaminio, Lotito continua a tessere la tela: le basi del progetto

- Advertisement -
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO FLAMINIO LOTITO – Astenersi perditempo. E questo non è proprio il caso. Il patron biancoceleste Claudio Lotito pare davvero far sul serio per quello che riguarda il progetto che dovrebbe far divenire il Flaminio la nuova casa della Lazio. Sulla sica di indiscrezioni raccolte nelle scorse settimane – e soprattutto dopo i sopralluoghi effettuati coi tecnici del Comune di Roma – prende sempre più forma, nella mente e nel cuore del Presidente, il sogno del nuovo stadio. Facciamo il punto della situazione evidenziando nello specifico alcune conditio sine qua non alla ristrutturaizone dell’impianto per fini calcisitici. E non solo.

La Lazio e il progetto Flaminio: i desiderata di Lotito

Sarebbero quattro i punti da rispettare – coincidenti con le idee della proprietà biancoceleste – per l’approvazione del progetto: infrastrutture, parcheggi, copertura e capienza. L’obiettivo, lato capienza dello stadio, è passare da 24 a 40 mila posti. L’impianto diventerebbe un un polo multifunzionale con negozi e ristoranti, attivo 365 giorni l’anno. In virtù degli emendamenti inseriti con le modifiche del Decreto Salva Stadi, la Lazio potrebbe a pieno titolo sperare che l’iter burocratico -ancora complicato – possa snellirsi. Non ci sono ostacoli pregiudiziali da parte della sindaca Raggi, che anzi si è mostrata ben disposta alla valorizzazione di un’area nel pieno centro storico di Roma. Che poi è la casa naturale della Lazio da quel lontano 9 gennaio del 1900…

Alessio Cherubini

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI