CALCIOMERCATO

Lazio, il bilancio della semestrale: perdita di 0,12 milioni di euro

- Advertisement -
Tempo di lettura: 3 minuti
- Advertisement -

LAZIO BILANCIO SEMESTRALE – Ieri sera si è svolto il CdA della Lazio, che ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2020. La società biancoceleste presenta una perdita di 0,12 milioni di euro. Una cifra minima che porta il club di Lotito ad essere uno di quelli che ha il passivo più basso del campionato. Nella relazione semestrale è presente anche una parte dedicata agli acquisti dei calciatori. In particolare, Muriqi e Fares sono costati rispettivamente 19,7 milioni (18,3 + 1,4 di commissione) e 8 milioni (7,5 alla Spal + 500 mila euro di commissioni).

Lazio, la relazione semestrale

“Il Gruppo Lazio al 31 dicembre 2020 presenta un risultato netto negativo di Euro 0,12 milioni. Il risultato della presente relazione semestrale consolidata risulta essere influenzato dal prolungamento della stagione della stagione sportiva 2019/2020 con conseguente slittamento della disputa delle competizioni sportive nei mesi di luglio e agosto 2020. Ciò ha comportato la rilevazione nell’esercizio in corso di una quota parte di ricavi e costi afferenti la passata stagione, quali principalmente proventi da diritti televisivi e da sponsorizzazione e costi per il personale tesserato. Si segnala inoltre che, a differenza del passato esercizio, il risultato al 31 dicembre 2020 è influenzato anche dalla partecipazione alla competizione europea Champions League che ha consentito la rilevazione di significativi proventi. Il patrimonio netto al 31 dicembre 2020 è positivo per Euro 26,84 milioni. Il giro di affari consolidato si attesta a Euro 106,66 milioni ed è aumentato rispetto al medesimo periodo della stagione precedente di Euro 36,56 milioni. I costi operativi sono pari a Euro 85,96 milioni e sono aumentati rispetto alla stagione precedente, di 21 milioni di euro. Tra i costi di gestioni, particolare rilievo assume il costo del personale, passato da 47,30 milioni a 71,92: questo è dovuto all’arrivo di nuovi giocatori e ai compensi variabili dovuti ai risultati sportivi individuali e collettivi, rivenienti dalla Champions League. Il capitale immobilizzato è pari ad Euro 176,43 milioni con un incremento di Euro 9,35 milioni, rispetto al valore al 30 giugno 2020; tale aumento è dipeso in gran parte dagli acquisti dei diritti alle prestazioni sportive effettuati nel corso dell’esercizio, al netto degli ammortamenti di periodo”.

Lazio, la relazione semestrale: il calciomercato

“Campagna trasferimenti successivamente al 30 giugno 2020 per la rosa della prima squadra:
– Sono stati acquistati a titolo definitivo diritti alle prestazioni sportive di sei giocatori per un costo di acquisto di Euro 26,52 milioni, Iva esclusa;
– Sono stati acquistati a titolo temporaneo e gratuito diritti alle prestazioni sportive di due giocatori;
– Sono stati ceduti i diritti alle prestazioni sportive di quattro giocatori a titolo definitivo, per un ricavo di Euro 4,20 milioni ed un risparmio di retribuzioni di Euro 6,79 milioni;
– Sono stati ceduti i diritti alle prestazioni sportive di dodici giocatori a titolo temporaneo per un ricavo di Euro 1,50 milioni ed un risparmio di retribuzioni di Euro 6,40 milioni”.

I debiti

“I Debiti, al netto dell’esposizione finanziaria, dei risconti passivi e dei fondi, sono pari a Euro 191,06 milioni; depurando anche il debito oltre i 12 mesi della transazione tributaria l’importo si riduce a Euro 157,19 milioni con un aumento, a parità di perimetro di analisi, di Euro 31,82 milioni rispetto al 30 giugno 2020. La variazione è dipesa dall’aumento dei Debiti verso Altri, conseguenza del rinvio al mese di gennaio 2021 del pagamento delle retribuzioni dei mesi ottobre, novembre e dicembre dei tesserati I squadra e tecnici e dall’aumento dei Debiti tributari, conseguenza dello slittamento dei pagamenti ai sensi del DL n. 104 del 14 agosto 2020. La posizione finanziaria netta risulta negativa per Euro 22,75 milioni con un miglioramento di Euro 27,04 milioni, rispetto al 30 giugno 2020, dovuto soprattutto all’incremento delle disponibilità presso banche”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI