lazionews-lazio-inzaghi-campionato
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO INZAGHI – Durante l’amichevole con il Frosinone, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha testato un nuovo piano tattico. Un progetto che sta nascendo e che terminerà con la chiusura del mercato, non appena il mister avrà la squadra al completo. Per ora si va avanti con il classico 3-5-2, anche se l’idea è quella di aumentare le rotazioni mantenendo la qualità del gioco e far riposare i giocatori in vista anche della Champions League. David Silva sarebbe stato la ciliegina sulla torta, avrebbe aiutato i due pezzi del puzzle fondamentali per la Lazio: Luis Alberto e Milinkovic. Caicedo dovrebbe partire e a quanto pare la società sta lavorando su un giocatore in segreto, che sul filo del gong, dovrebbe arrivare proprio negli ultimi giorni di mercato. Per ora la priorità per Inzaghi è un difensore centrale.

Lazio, idea cambio modulo: dal 3-5-2 al 3-4-2-1

Come riporta il Corriere dello Sport, il classico modulo dell’allenatore laziale è il 3-5-2. Passare al 3-4-2-1, cambia poco sotto un certo punto di vista, ma per Inzaghi Escalante è quella piccola sfumatura che potrebbe fare la differenza. Sulla linea mediana, l’ex Eibar sta impressionando. Rapido, dinamico, pressing alto e un senso di gioco da grande centrocampista: queste le caratteristiche di Escalante. Può affiancare Leiva, ma può anche sostituirlo. La Lazio si ritroverebbe così con due mediani. Se dovesse passare realmente a un nuovo modulo, Simone Inzaghi potrebbe puntare anche sull’opzione 3-4-3 pensando al tridente: Immobile con le sponde di Muriqi e Luis Alberto o Correa. Se parliamo del 3-5-2 invece, si potrà alternare Muriqi e Caicedo, se dovesse restare, a Immobile e Correa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.