lazionews.eu-cagliari-lazio-ciro-immobile-gol-felipe-caicedo
Foto LaPresse/Tocco Alessandro
Tempo di lettura: 2 minuti

TORINO LAZIO PAGELLE – La Lazio vince una partita dalle mille emozioni sul proibitivo campo del Torino. La squadra di Simone Inzaghi vince 4-3 e trova la seconda vittoria consecutiva in campionato. Succede di tutto all’Olimpico, con i biancocelesti che passano in avvio con il gol di Pereira, ma chiudono il primo tempo in svantaggio per 2-1. Nella ripresa gol di Milinkovic e Lukic, poi, in pieno recupero, Ciro Immobile su rigore e Felipe Caicedo compiono la rimonta, fissando il punteggio sul definitivo 3-4. Queste le pagelle del nostro direttore, Paolo Cericola.

Torino Lazio, le pagelle di Paolo Cericola

Reina 6 Bravissimo in avvio su Linetty, subisce tre reti senza poter far nulla. Peccato per il rigore quasi parato.
Luiz Felipe 6 Il suo recupero è importantissimo. Non è al meglio e si vede, spesso in ritardo, nella ripresa ci mette più grinta che altro
Hoedt 5,5 Ha Belotti come avversario diretto, lo contrasta sempre con precisione e senza difficoltà, spesso anche in anticipo, ma fa la frittata nel finale. Regalo clamoroso
Acerbi 5,5 Inzaghi lo piazza ancora a sinistra, dove l’ex Sassuolo fa più fatica. Spinge con continuità mettendo cross su cross in area granata. Grave l’errore sul goal di Bremer che porta al pareggio granata. Commette errori non da lui
Patric 6 Inzaghi lo piazza 5º a destra. Bravo sull’assist del pari, ma è spesso non è lucido sbagliando troppo
Milinkovic 7 Senza Luis Alberto deve canta e porta la croce. Il vantaggio parte da lui con un lampo millimetrico. Veste i galloni di capitano e pareggia subito con una gran punizione.
Parolo 6 In cabina di regia, ma poco incisivo. Molto bravo nelle chiusure. Inzaghi lo sostituisce nell’intervallo
Pereira 6 Fa solo una cosa egregia: il goal. Dovrebbe dare il gioco fluido di Luis Alberto, ma non incide quasi mai. Va sotto la doccia nell’intervallo
Fares 6 Un altro di quelli recuperati al fotofinish, ma anche lui si vede poco. Non arrivano mai cross dal suo piede
Correa 6 Si vede poco. Spazia molto allontanandosi dall’area di rigore del Torino, ma risultando mai pericoloso
Muriqi 6 Lasciato troppo solo ha il merito di fare un gran controllo sul lancio di Milinkovic nell’azione del vantaggio, per il resto poco.
Inzaghi 7 Recupera tanti giocatori che però non sono al meglio e si vede. Ha il merito di credere sempre prima nel pareggio poi nella vittoria che arriva nel recupero, ma con merito
Akpa Akpro 6,5 Sempre incisivo e pericoloso. Dà una marcia in più a centrocampo, sfiora anche il goal
Immobile 6 Fa 129 realizzando un rigore pesantissimo allo scadere con grande freddezza
Caicedo 7 Lo stellone c’è sempre allo scadere….si inventa il goal vittoria

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Nella notte dei tempi, era il 1994, decisi che il giornalismo doveva essere la mia strada; così è stato. Ho iniziato con il nuoto poi il calcio dei grandi. Ho consegnato giornali nei bar, nei circoli, per strada, annusando il profumo delle rotative ed il fascino della stampa su carta. Mondiali, europei, Nazionale, il miglior momento del calcio Nazionale con le ‘7 sorelle’....non mi sono fatto mancare nulla. Ho lavorato per il Corriere dello Sport, il Tempo, il Giornale, l’agenzia di Stampa Dire, Radio Incontro e dal 1997 sono inviato di Radio Radio. L’unico hobby che ho coltivato ed al quale non rinuncio: 3 figli meravigliosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.