CALCIOMERCATO

Lotito: “Per me un contratto è una stretta di mano, ma per altri…”

- Advertisement -
Tempo di lettura: < 1 minuto
- Advertisement -

LOTITO DICHIARAZIONI – A margine dell’evento organizzato in Campidoglio per festeggiare la promozione in Serie A della Lazio Women, Claudio Lotito ha parlato della separazione con Simone Inzaghi. Il numero uno delle aquile ha poi sottolineato l’importanza di avere uno stadio a marchio Lazio.

L’intervento di Lotito

“Non so quello che succederà con l’allenatore. Per me un contratto è una stretta di mano, ma per altri… Verba volant, scripta manent. La città di Roma e la Lazio meritano uno stadio. Il Flaminio? Prima di tutto bisognerebbe mettersi d’accordo. E’ interesse della città se si ottengono certi risultati e vorrei che la Capitale, che ha già nel suo stemma l’Aquila Imperiale, migliori costantemente e che possa farlo con la Lazio. Io sono abituato a rispettare gli impegni che prendo. Se ci fosse la possibilità, sono pronto a dare una mano. Mi sono chiesto: quella struttura si può coprire? Poi, ci sono parcheggi? Insomma, ci sono tre o quattro temi che vanno valutati e poi si vedrà. Quello non è uno stadio a norma UEFA. Ora ci sediamo al tavolo con la sindaca per parlare di tutti i temi e vedremo cosa succederà. Stavo riflettendo tempo fa su questo e siccome la sindaca Raggi è una persona molto aperta abbiamo visto che la Città ha bisogno di aiuto e noi siamo a disposizione per farlo. Penso che la Città di Roma abbia bisogno di uno stadio di riferimento per la Lazio: noi non ci siamo ancora fatto avanti, come ha fatto la Roma, ma adesso siamo a disposizione. Deve essere uno stadio vissuto da tutti, un punto di ritrovo e un motivo di orgoglio per tutti i laziali”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI