ROME, ITALY - MAY 26: Senad Lulic of SS Lazio celebrates after scoring the opening goal during the TIM cup final match between AS Roma v SS Lazio at Stadio Olimpico on May 26, 2013 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

LULIC 26 MAGGIO – Il 26 maggio del 2013 è una data che resterà per sempre impressa nelle menti e nei cuori dei tifosi della Lazio. L’autore della storica rete che ha regalato ai biancocelesti la vittoria della Coppa Italia contro la Roma, Senad Lulic ha rilasciato le seguenti dichiarazioni alla radio ufficiale del club capitolino. Queste le sue parole.

Le parole di Lulic

Buon 26 maggio a tutti i tifosi. Più passa il tempo più ti rendi conto di cosa ha significato questo gol. È un’emozione bella e indimenticabile. Ricevo tanti messaggi, più in questo giorno, che in quello del mio compleanno. Sappiamo tutti quanto è importante questa data, fa piacere ricevere questo affetto. Dispiace non poter rispondere a tutti. Questa cosa non si dimentica, non solo la partita ma tutto il contorno. Mia moglie era incinta, e gli dissi che era meglio se non avesse guardato la partita. Quando ci siamo visti è stato bellissimo, l’ho abbracciata forte. Sentivo la tensione, la vedevo negli occhi degli altri giocatori, da Mauri a Ledesma che erano da tanti anni alla Lazio. Se io dovessi giocare questo derby oggi sarei teso come lo erano loro in quella partita. Per me era la seconda stagione alla Lazio quindi ero un po’ più sciolto rispetto a loro. Ora se però mi guardo indietro, penso che sarebbe dura giocarla adesso allo stesso modo”. 

Trofei

“Non succede a tanti. Sono orgoglioso di portare la fascia della Lazio al braccio. Alzare i trofei al cielo con la maglia della Lazio è bellissimo. Per tutti noi lo è. Tante persone lavorano con noi, ci danno la forza per fare così bene come abbiamo fatto in questi mesi”. 

Ripartenza

“Quanto mi manca il calcio? Manca a tutti, non solo a me. A tutte le squadre manca, speriamo che dopo tutte queste riunioni si riesca a trovare un accordo giusto per ripartire e concludere questo campionato. Aldilà della classifica e di dove siamo, se stai fermo 60 giorni, poi hai voglia di ripartire. Ce n’è tanta”. 

Riad

“Tanti dicevano che era un caso che avessi segnato, lì ho confermato che non era così, segnando in un’altra finale. Se riesco a dare il mio contributo con gol e assist è sempre bello. A Ryhad è andata benissimo, abbiamo lavorato e ci siamo preparati alla grande. Poteva finire solo così quella partita”. 

Le condizioni

“Sto meglio ma non ancora bene. Spero di tornare presto. Non è semplice dopo tutto quello che è successo. Voglio dare una mano alla squadra e terminare questa stagione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.