LA MOVIOLA DI NAPOLI-LAZIO – Pochi minuti e Higuain protesta per un calcio d’angolo non concesso: l’assistente vede bene, è lui l’ultimo a toccare con il ginocchio. Al 7° Goulham tocca con la mano su cross di Basta, ma l’intervento (al limite dell’area) è fortuito e l’arbitro lascia correre per la norma del vantaggio. Primo fischio del direttore di gara che arriva al decimo per un innocuo fallo a centrocampo su Higuain. Tre minuti dopo sgambetto di Mauri su Allan, Damato ferma il gioco ma è clemente con il capitano. Subito dopo Insigne salta Mauricio e va a terra: nessun fischio e gioco che prosegue con il Napoli che va in rete. Higuain parte da posizione di fuorigioco, ma il pallone arriva da un retropassaggio di Matri: tutto regolare. Primo giallo della gara a Lulic, che stende Koulibaly in ritardo: nulla da eccepire. Al 40′ Hamsik resta a terra dopo uno scontro con Mauricio: braccio largo del difensore e tocco al volto, il San Paolo protesta ma il contatto è lieve e involontario.

SECONDO TEMPO – Tre minuti e terza rete del Napoli: Higuain calcia, Marchetti respinge e Insigne appoggia in rete: posizione di partenza buona, gol regolare. Al 55′ ammonito Mauricio, che va a cercare alto Hamsik. Fallo  in ritardo e da tergo: giusto il cartellino. Due minuti dopo Koulibaly entra in scivolata su Keita, Damato ravvisa il fallo ma fa proseguire per la norma del vantaggio. A 20 dal termine il duello si ripete, con il fischietto pugliese che ferma il gioco, scegliendo giustamente di non ammonire il napoletano. Qualche minuto dopo arriva il giallo per lui: entrata irruenta e prolungata su Milinkovic-Savic e decisione giusta.

IL VOTO – Partita piatta, che non si accende dal punto di vista fisico, soprattutto per colpa della Lazio mai veramente dentro al match. L’arbitro conduce la gara senza alcuna difficoltà, dispensando due giuste ammonizioni ai biancocelesti per falli di frustrazione. Sufficienza piena a Damato e agli assistenti, mai costretti a chiamate difficili.

G.M.T.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.