Foto LaPresse/Claudio Grassi - 22/12/2018 Gorgonzola, Milano (Italia) - Sport Calcio - Giana Erminio vs Pordenone - Campionato italiano di calcio Serie C girone B 2018/2019 - Stadio Citta' di Gorgonzola - Nella foto: l’arbitro Daniele De Santis di Lecce
Tempo di lettura: < 1 minuto

CRONACA LECCE OMICIDIO DE SANTIS – Le indagini sul caso del duplice omicidio di Lecce sembrano essere arrivate ad un punto di svolta. La Polizia ha arrestato il presunto assassino dei due fidanzati Eleonora Manta e Daniele De Santis, uccisi a coltellate la sera del 21 settembre scorso. E’ Antonio De Marco, studente di 21 anni ed ex coinquilino del giovane arbitro fino allo scorso agosto.

Omicidio De Santis, arrestato il presunto assassino: i fatti

Il Procuratore di Lecce, Leonardo Leone de Castris, ha ricostruito la vicenda: “Per un lungo tratto della storia e ancora adesso l’unica cosa che non è stata possibile ricostruire, secondo l’impostazione accusatoria, è il movente. Il movente è solo parzialmente ricostruito. Questo per noi ha rappresentato una grande difficoltà iniziale perché, senza movente, è difficile stabilire quale sia la pista da prendere. Ci auguriamo che il fermato confessi, la certezza è che c’è stata una fortissima premeditazione. L’omicida ha accuratamente evitato di percorrere strade in cui erano installate delle telecamere”.

I dettagli sull’indagine

“L’azione sarebbe dovuta essere preceduta anche da una attività preliminare e prodromica all’omicidio. Non posso darvi su questo altri dettagli. Ciò che è stato rinvenuto nell’abitazione, le striscette stringitubo e altro materiale, ci indicano questa pista. È stato trovato un bigliettino. Inizialmente non si sapeva se fosse stato volontariamente messo lì o se fosse caduto. Si è stabilito ben presto che in realtà era stato perso dall’aggressore. Questo ha dato la possibilità di comparare questa grafia con quella dei documenti presso la Prefettura e presso il Comune. La svolta è arrivata grazie alle intercettazioni e ad alcuni filmati registrati da alcune telecamere. La città di Lecce ora può uscire da un incubo dopo aver vissuto una settimana in cui c’era un killer ancora libero”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.