ROME, ITALY - NOVEMBER 28: Luis Alberto of SS Lazio in action during the UEFA Europa League group E match between SS Lazio and CFR Cluj at Stadio Olimpico on November 28, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO CLUJ PAGELLE – Questa sera, la Lazio ha sconfitto per 1-0 il Cluj, mantenendo ancora viva la speranza per la qualificazione ai sedicesimi di finale. Queste le pagelle date alle prestazioni dei biancocelesti dal direttore di Lazionews.eu, Paolo Cericola.

Le pagelle

Proto 6 arrugginito e non può essere altrimenti. Incerto in più occasioni nel primo tempo, graziato dal palo sulla botta di Djokovic ma meglio nella ripresa dove in un paio di occasioni è decisivo 

Bastos 7 marcatore legnoso e robusto. Non regala nulla. Salva un goal fatto. 

Vavro 5,5 continua a non convincere a pieno. Fa fatica a convincere. Ancora non si è adattato al calcio italiano 

Acerbi 6,5 ancora una volta spostato a sinistra. Spinge con una certa continuità senza mai rischiare nulla in chiusura 

Lazzari 6 costretto a giocare per la mancanza di Marusic. Spinge con continuità senza mai essere pericoloso 

Parolo 6 fa il suo come sempre. Macina chilometri senza perdere un pallone ma recuperandone tanti. 

Cataldi 6 sempre lucido nelle giocate. Non rischia nulla, sempre pulito in ogni giocata 

Luis Alberto 7 costretto a giocare dal forfait di Berisha. Sempre elegante alla ricerca continua della giocata ad effetto. Mette la palla del raddoppio che Correa spara fuori che sarebbe da far vedere nelle scuole calcio. 

Jony 5,5 studia da 5º mancino ma non ha ancora i tempi e la forza per fare tutta la fascia. Qualche buon strappo ma poco incisivo 

Adekanye 5,5 fa il suo esordio ma è palesemente in difficoltà. Si piazza in area di rigore avversaria ma non ha né i tempi ne il fisico dell’attaccante centrale. Andrebbe mandato a giocare. 

Correa 6,5 gli tocca e non si fa pregare. Un pericolo continuo per la difesa rumena. Sblocca la gara con un gran diagonale ma sbaglia un goal clamoroso 

Inzaghi 6 salva almeno la faccia visto che ormai l’eliminazione è dietro l’angolo visto che basterà un pari fra Cluj e Celtic per salutare la competizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Nella notte dei tempi, era il 1994, decisi che il giornalismo doveva essere la mia strada; così è stato. Ho iniziato con il nuoto poi il calcio dei grandi. Ho consegnato giornali nei bar, nei circoli, per strada, annusando il profumo delle rotative ed il fascino della stampa su carta. Mondiali, europei, Nazionale, il miglior momento del calcio Nazionale con le ‘7 sorelle’....non mi sono fatto mancare nulla. Ho lavorato per il Corriere dello Sport, il Tempo, il Giornale, l’agenzia di Stampa Dire, Radio Incontro e dal 1997 sono inviato di Radio Radio. L’unico hobby che ho coltivato ed al quale non rinuncio: 3 figli meravigliosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.