QUI NORCIA – E’ iniziato con circa un’ora di ritardo l’allenamento odierno della Lazio in quel di Norcia. Durante le prime fasi di riscaldamento, intorno alle 17, un gruppo di tifosi ha chiamato la squadra per un confronto a quattro occhi. Inzaghi ha prontamente raccolto l’invito, interrompendo momentaneamente la seduta. Tanti i temi toccati durante il duro e acceso confronto. Presente tutta la rosa, orfana solo degli infortunati confinati in palestra. Alla testa del gruppo i senatori, Candreva, Gentiletti, Marchetti, Parolo, Klose e Cataldi appena dietro. Ha assistito al colloquio anche il ds Tare, in compagnia di Inzaghi. Le richieste sono state semplici, ma rispecchiano l’umore di un’intera tifoseria: massimo, impegno, cuore e grinta, la sconfitta fa parte del calcio, ma quella della Lazio è una maglia che deve sempre essere onorata, il messaggio lanciato dai supporter.

RESPONSABILITA’ – I tifosi hanno voluto prendere da esempio mister Inzaghi, che ha garantito che spiegherà ai suoi cosa vuol dire portare l’aquila sul petto. Sotto accusa anche l’atteggiamento messo in campo in una partita come il derby, e le varie esultanze polemiche viste in stagione. I calciatori a testa bassa si sono assunti le proprie responsabilità, su tutti Biglia e Marchetti hanno garantito a nome del gruppo un cambio di atteggiamento. Sulla stessa lunghezza d’onda Candreva: “Avete ragione, abbiamo fatto una stagione ridicola“, ha ammesso l’esterno ai tifosi presenti durante il lungo colloquio.

GMT

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.