Supercoppa. Inzaghi: “Keita in campo ad una condizione. Voglio una squadra coraggiosa”

SUPERCOPPA CONFERENZA INZAGHI LAZIO  – Sfatare il tabù e festeggiare il primo trofeo da allenatore della Lazio. Questi gli obiettivi di Simone Inzaghi, che ha preso la parola nella sala stampa dello Stadio Olimpico per presentare la gara di domani contro la Juventus. Assieme a lui, presente anche il capitano biancoceleste, Senad Lulic.

PREPARAZIONE – “Penso che la Lazio ci arrivi bene perché abbiamo fatto un buonissimo precampionato. Abbiamo lavorato fin dall’inizio in ottica di questo impegno, abbiamo provato tante cose e penso che ci siamo preparati bene per la gara di domani. Quale errore del passato non dobbiamo commettere?Con la Juve siamo stati sfortunati. Dovremo fare una partita perfetta domani. Nelle precedenti quattro partite con me abbiamo fatto gare buone ma non perfette. Anche nella finale di Coppa Italia abbiamo concesso gol troppo facili, poteva cambiare qualcosa col palo di Keita dopo 5 minuti. Ma la sconfitta è stata giusta”

DUBBI FORMAZIONE – “Cosa cambia con Keita in campo? Abbiamo avuto un problemino con Felipe nella gara col Bayer. Il ragazzo stava facendo un’ottima preparazione, oggi vedremo se riuscirà ad essere disponibile. Sappiamo che sarà difficile, ma lui ha dato grande disponibilità. Marusic è pronto? E’ un ragazzo sveglio. Ho qualche dubbio ancora: se far giocare lui o Basta e me lo porterò fino a domani. Lucas Leiva, invece, si è inserito alla grande, dopo 15 giorni già chiamava i compagni per nome. E’ un leader e sono sicuro che ci darà tantissimo”.

GIUDIZIO MERCATO – “Per costruire grandi squadre bisogna formare un gruppo compatto. La società sta cercando di soddisfarmi: con Biglia hanno cercato in tutti i modi di trattenerlo, anche io ci ho provato ma lui aveva già fatto la sua scelta. Sono comunque soddisfatto dei ragazzi che sono arrivati. Quest’anno abbiamo più partite ed avremo bisogno di qualche giocatore in più”.

CESSIONI ‘PESANTI’ DA AMBO LE PARTI– “Quanto cambiano le due squadre senza Biglia, da una parte, e Bonucci, dall’altra? E’ dall’inizio di questa estate che sapevo che se sarebbe partito Biglia sarebbe arrivato Lucas. E’ un giocatore che mi dà ottime garanzie. Poi ci sono anche Luis Alberto e Di Gennaro che in quel ruolo hanno fatto molto bene. Per quanto riguarda Bonucci, leggo che Allegri ha un dubbio tra Rugani, Benatia e Barzagli per sostituirlo: quindi il livello tecnico del sostituto è rimasto intatto”.

KEITA – “Come si sta preparando? Sapete come è la situazione. Io osservo tutto, guardo le facce dei miei ragazzi… mancano due allenamenti, nella mia testa c’è che la squadra deve darmi il 100%: se vedrò che Keita vorrà darmelo giocherà. Sennò giocherà chi so che può darmi il 100%”.

POSSIBILITA’ VITTORIA – “I numeri parlano chiaro: abbiamo una tradizione negativa contro la Juventus ultimamente. Ma non siamo solo noi. Domani dobbiamo fare una partita coraggiosa e le partite secche sono imprevedibili. Dovremo essere un gruppo coeso e lottare su ogni pallone. E’ un orgoglio essere qui: è normale che contro di loro si parte sfavoriti, ma nel calcio non si sa mai”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.