lazionews-lazio-inzaghi-simone-allenatore-lazio
LaPresse
Tempo di lettura: 3 minuti

LAZIO TORINO INZAGHI CONFERENZA STAMPA – Dopo due sconfitte consecutive, maturate con Bayern Monaco e Bologna, e la partita fantasma col Torino, la Lazio è chiamata a reagire. Alla vigilia della gara contro la Juventus, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei giornalisti nella consueta conferenza stampa.

La conferenza stampa di Inzaghi: Juventus – Lazio

“Penso che la partita di domani arrivi nel momento giusto. Abbiamo defezioni noi, come le avrà la Juventus. E’ una partita importante, decisiva per la classifica. Mancano ancora tante partite ma avrà una grande importanza. Viene dopo il KO inaspettato di Bologna e, quindi, domani sappiamo che per tenere testa a questa Juventus bisognerà fare la partita perfetta”.

Sulle possibili novità tattiche

“Abbiamo provato delle alternative. Dietro abbiamo delle difficoltà oggettive, perché all’assenza di Radu ed a quella di Ramos si è aggiunta quella di Lazzari. Quindi dovremo fare alcune modifiche. Oggi abbiamo provato qualcosina, ieri siamo rimasti come solitamente abbiamo giocato. Vedremo domani, ho ancora 24 ore. Avremo un allenamento leggero nella mattina di domani e poi deciderò con molta tranquillità”.

L’aspetto psicologico e la mancata reazione a Bologna

“Insomma, lo sapevamo dall’inizio dell’anno che 5/6 squadre sarebbero state in corsa. Noi e l’Atalanta siamo quelle che cerchiamo sempre di rimanere aggrappate al carro. Abbiamo perso qualche punto inizialmente, poi abbiamo fatto una grandissima rincorsa. Adesso abbiamo perso terreno con la sconfitta di Bologna. Io penso che questa pausa dovuta alla mancata sfida di martedì ci sia servita soprattutto per analizzare dove siamo mancati. Se col Bayern Monaco abbiamo perso in un determinato modo, col Bologna, dopo aver approcciato bene la gara, abbiamo subito due episodi negativi, che ci possono essere, e non abbiamo reagito da squadra. Quindi questi due o tre giorni ci sono serviti per allenarci e per analizzare quello che non è andato”

Distrazione Champions per la Juventus

“Per quanto riguarda la Juventus, la conosciamo: tanti anni che ci sfidiamo in finali e sono sempre state partite molto belle. C’è capitato in altre circostanze di incontrarla che entrambe avevamo incontri importanti successivi, ma abbiamo sempre pensato al campo e sarà così anche domani sia per noi che per la Juventus“.

Sulle condizioni di Ciro Immobile

“Per quanto riguarda Ciro, era molto dispiaciuto dopo la gara di Bologna perché si sentiva molto in colpa per aver sbagliato un rigore. Ma io penso che possa succedere a tutti di sbagliare un rigore: è capitato ai più grandi, quindi non si deve abbattere. In questi giorni l’ho visto, come tutti gli altri ragazzi, lavorare nel migliore dei modi. Lui sa che per noi è importante penso che da domani tornerà ad esserlo”.

Sull’impostazione della partita

“Impostare a tavolino il calcio non è semplicissimo. Ci saranno dei momenti dove saremo più alti e altri dove bisognerà difenderci nel migliore dei modi, come accaduto nella partita d’andata. Tutti aspettavamo una Juventus molto più aggressiva, e poi hanno fatto un altro tipo di partita. Quindi, secondo me, la sfida sarà fatta di momenti, dove come sempre saranno decisivi gli episodi: dovremo esser bravi a farli girare dalla parte nostra”.

Gli errori da non commettere a Torino

“Sappiamo che dovremo fare una partita perfetta. Negli anni abbiamo dimostrato che ce la siamo sempre giocata nel modo giusto. Quello che non vorrei vedere rispetto a sabato è che un episodio girato nel nel modo sbagliato condizioni il resto della gara. Dobbiamo rimanere sempre in partita indipendentemente dagli episodi, sperando che questa volta siano a favore nostro”.

I numeri dell’attacco preoccupano

“Prima di Bologna venivamo da una lunga serie di partite, 18/19, in cui siamo andati in gol. Sabato è successo che sbagli un rigore, trovi salvataggi sulla linea e respinte, e quindi, probabilmente, come ho detto alla fine della partita, difficilmente avremmo trovato la via del gol.

Sull’obbligo di fare punti

“Per quanto riguarda la partita di domani sappiamo di giocare contro la Juventus, sappiamo che cosa è la Juventus. Secondo me è una squadra che gioca un ottimo calcio ed è molto ben allenata. Sarà una gara importantissima, nonostante manchino ancora 14 partite alla fine”.

Rinnovo

“Per quanto riguarda il rinnovo non c’è nessunissimo problema. Col Presidente c’è grandissima sintonia”.

Sul rinvio di Lazio – Torino

“Penso che sulla partita di martedì si siano già espresse le società coinvolte. Spero che venga fatta chiarezza al più presto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.