Torino, Vanja Milinkovic-Savic: "Ecco cosa ci siamo detti io e Sergej"

Pubblicato 
sabato, 20/08/2022
Di
Daniele Izzo
torino-lazio-intervista-vanja-milinkovic-savic-lazionewseu
Tempo di lettura: < 1 minuto

TORINO LAZIO INTERVISTA MILINKOVIC-SAVIC - Al termine di Torino - Lazio, sfida terminata 0-0, Vanja Milinkovic-Savic è stato intervistato da DAZN e da Sky. Al portiere granata, fratello del laziale Sergej, è stato chiesto di spiegare il siparietto di fine partita. Ecco, di seguito, la sua risposta.

LEGGI ANCHE: Le pagelle di Paolo Cericola | Torino - Lazio 0-0
LEGGI ANCHE: Sarri, le parole in conferenza stampa dopo il Torino
LEGGI ANCHE: Torino - Lazio: la critica all'arbitraggio di Sarri

Torino - Lazio, parla Vanja Milinkovic-Savic

“E' stata una bella partita, tosta per tutte e due le squadre. Per me abbiamo fatto quel che dovevamo fare. La Lazio è una delle migliori 5 del campionato. Cosa ci siamo detti io e Sergej? Abbiamo parlato e gli ho detto che doveva stare calmo con l’arbitro dopo che aveva fischiato. Non è stato bravo, poteva fare gol. Anzi è stato bravo perché non l'ha fatto. Siamo tutti sereni stasera (scherzando con il fratello biancoceleste accanto a lui, ndr). Facciamo una tabella a casa sui derby in famiglia, purtroppo è in vantaggio lui ma c'è tempo per migliorare. Io mi sentivo sempre titolare e sempre importante, abbiamo lavorato tanto, anche nel ritiro. Andrò avanti così. Secondo me abbiamo fatto quel che dovevamo fare, ora ci sarà tutta la settimana per migliorare. La parata col tallone? Istintiva, lì è un attimo".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram