ALLIEVI NAZIONALI. LAZIO-CROTONE 4-0, buona la prima per i ragazzi di Inzaghi

Pubblicato 
domenica, 25/09/2011
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 4 minuti

ALLIEVI NAZIONALI. LAZIO-CROTONE 4-0, buona la prima per i ragazzi di Inzaghi

Crecco, Silvagni, Tommasone, Mazzei: la Lazio vola

Bell'esordio nel campionato Nazionale per gli Allievi della Lazio. I ragazzi di Inzaghi si impongono con sicurezza sul Crotone: di Crecco e Silvagni i gol nel primo tempo, di Tommasone e Mazzei le reti nella ripresa. Ospiti mai pericolosi; il portiere Smacchia non è mai stato impegnato nel corso della gara. Domenica prossima i biancocelesti affronteranno il Lecce in trasferta.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAGELLE E LE PAROLE DI MISTER INZAGHI

LAZIO: Smacchia, Fersini, Marin (27'st Pollace), Pace (29'st Parmense), Filippini (29'st Carta), Mazzei (K), Silvagni (32'st Liardo), Crecco, Lombardi, Giordano (32'st Paterni), Alleva (11'st Tommasone). A disp.: Di Piero. All.: Simone Inzaghi

CROTONE: Pupa, Iemma, Oriolo (37'pt Paglia), Cava (30'pt Morise), Muto, Riggio, Russo (27'st Bianco), Foresta (12'st Tropea), Cosentino, De Marco (K), Tripicchio (30'pt Mittica). A disp.: Barberio, Tisci. All.: Tortora

ARBITRO: Lo Preiato di Perugia   Assistenti: Carletti di Ostia, Rainaldi di Tivoli

MARCATORI: 5'pt Crecco, 30'pt Silvagni, 25'st Tommasone, 34'st Mazzei

AMMONITI: Filippini

PRIMO TEMPO

L'avvio di gara dei biancocelesti è subito convincente: ai padroni di casa bastano cinque minuti per trovare la rete del vantaggio e da quel momento in poi la partita si mette in discesa. Il gol arriva sugli sviluppi di un calcio d'angolo: è Crecco a sfruttare una deviazione in area di un compagno e a ribadire in rete con un bel colpo di testa che spiazza Pupa. Passano pochi minuti e la Lazio potrebbe raddoppiare, quando lo stesso Crecco scatta sulla sinistra e all'altezza del limite dell'area serve con un passaggio filtrante Alleva, che dalla breve distanza calcia di potenza, ma stavolta il portiere del Crotone non si fa trovare impreparato e para. I ragazzi di Inzaghi continuano a spingere e al 10' sfiorano nuovamente il gol con Lombardi, che riceve sul filo del fuorigioco la spizzata di testa di Alleva e a tu per tu con il portiere tenta il pallonetto; del gol c'è solo l'illusione perché la sfera si perde sul fondo. La compagine ospite non riesce mai a farsi vedere nella metà campi avversaria e la Lazio ne approfitta alla meglio rendendosi pericolosa con insistenza e trovando, al 30', il gol del raddoppio. Il 2-0 arriva ancora dagli sviluppi di un calcio d'angolo: dalla bandierina va Giordano, che con il destro disegna un cross perfetto per la testa di Silvagni, che sul secondo palo è bravo a liberarsi e a rubare il tempo ai difensori calabresi per ribadire in rete con un'incornata vincente. L'undici di Inzaghi non si accontenta e nel finale di primo tempo va vicino al tris. Al 35' Lombardi entra in area e al momento del tiro viene contrastato da due difensori avversari; il numero nove biancoceleste protesta, ma il direttore di gara lascia correre. Due minuti più tardi è Crecco ad andare al tiro dopo una bella cavalcata sulla corsia sinistra; la conclusione non ha fortuna, si perde sul fondo. Al 40', infine, Pace serve un assist pregevole a Alleva dalla propria metà campo: l'attaccante entra in area e da posizione defilata va al tiro ma il suo diagonale finisce a lato. La prima frazione di gioco termina quindi con la Lazio in vantaggio di due a zero e con la difesa biancoceleste mai impegnata.

SECONDO TEMPO

La ripresa comincia su ritmi più contenuti: la Lazio non ha interesse ad attaccare, il Crotone non trova gli spazi giusti per farlo e il caldo si fa sentire per entrambe le squadre. Il primo guizzo, comunque, è della compagine di Simone Inzaghi. Al 13' Fersini scatta sulla fascia destra e dal fondo mette in area un bel cross per Lombardi, che dal secondo palo non riesce a deviare in rete; giornata sfortunata per il centravanti biancoceleste, che si propone con continuità in avanti, ma non riesce a gonfiare la rete. Poco dopo è il Crotone a farsi vedere dalle parti di Smacchia con un contropiede insidioso di Tropea, che in velocità si porta in area, ma al momento del tiro viene fermato dal provvidenziale disimpegno di Marin, che salva in angolo. Il break dei calabresi dura cinque minuti: al 20' De Marco batte una punizione dalla trequarti, il cross è buono, ma Muto di testa non ci arriva. La difesa laziale regge bene lo sprint improvviso degli ospiti e non rischia più del dovuto, tanto che Smacchia non viene mai impegnato. Al 22' i padroni di casa riprendono in mano le redini del gioco sfruttando poco un calcio d'angolo battuto male dalla squadra di Tortora. Infatti, Fersini ruba palla nella propria metà campo e con un lancio lungo millimetrico serve Crecco, che entra in area e a tu per tu con Pupa non trova la porta calciando sul portiere. Ma la Lazio c'è, e tre minuti più tardi il gol arriva. L'azione parte dai piedi di Giordano, che dai venticinque metri serve Tommasone con un bel passaggio filtrante: l'attaccante, entrato da poco dalla panchina al posto di uno stanco Alleva, fulmina il numero uno del Crotone per il 3-0 biancoceleste. Alla mezz'ora va in atto l'ennesima scena della 'giornata sfortunata di Lombardi': il centravanti laziale riceve la sponda di Liardo e in area prova il diagonale, ma la sfera termina a lato di un niente. Fortunatamente, la giornata della Lazio regala comunque delle gioie e al 34' arriva il poker. L'azione parte dai piedi di Parmense, che batte una punizione dalla trequarti e serve sulla sinistra Tommasone; l'attaccante laziale lotta sulla fascia, ma riesce a conquistare il fondo e a servire in area Mazzei, che dalla breve distanza ruba il tempo a tutti e deposita in rete di testa per il definitivo 4-0.

A breve le pagelle dei biancocelesti

LINDA BORGIONI

 

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram