AMARCORD LAZIO PARMA – Lazio-Parma, per i sostenitori di entrambe le squadre non sarà mai una partita come le altre. Per il mondo biancoceleste e quello gialloblu infatti, gli intrecci calcistici dell’epoca di Cragnotti e Tanzi rappresentano i ricordi più lieti della gloriosa storia dei due club. Sergio Cragnotti divenne proprietario della Lazio nel 1992 quando la acquistò dalla famiglia Calleri. Tanzi invece dal 1990 era proprietario della Parmalat, la più grande società lattifera italiana, e tramite quest’ultima acquisì il Parma.

CRAGNOTTI TANZI – La storia dei due imprenditori italiani si intrecciò nel 1994, quando il patron dei capitolini acquistò la Del Monte e la Centrale del Latte, entrando teoricamente in concorrenza con la Parmalat. Questi due colossi però, al contrario, scelsero l’alleanza alla rivalità e i fitti legami economici ricaddero direttamente sui trasferimenti calcistici tra Lazio e Parma.

TRASFERIMENTI LAZIO PARMA – Proprio nel 1994 Tanzi e Cragnotti provano a confezionare il primo clamoroso affare: Giuseppe Signori al Parma. La folla biancoceleste però immediatamente insorge contro la vendita di Re Beppe e Cragnotti, minacciando le dimissioni, è costretto a rifiutare il trasferimento. Negli anni successivi prima Fuser si trasferisce in gialloblu, poi la Brujita Veron è il primo vero colpo firmato Cragnotti e pagato 50 miliardi di lire. Insieme all’argentino nella Capitale arriva anche Nestor Sensini. Il colpo per eccellenza però arriva nell’anno 2001, appena dopo il tricolore: la Lazio acquista Hernan Crespo dal Parma per la cifra record di 110 miliardi, ancora oggi l’acquisto più caro della storia biancoceleste. Nell’affare Crespo infine Almeyda e Coinceicao si trasferiscono al Parma. Nel 2002, dopo i 14 trofei nazionali ed internazionali di Lazio e Parma finisce l’era Cragnotti-Tanzi. I due imprenditori vengono coinvolti nel default della Cirio e nel crack della Parmalat, chiudendo in maniera drastica gli anni d’oro delle due regine calcistiche. Domenica Lazio e Parma si sfideranno con obiettivi e aspettative minori, ma sempre con il ricordo e l’auspicio per entrambi, di poter rivivere un giorno, un’altra epoca come quella firmata da Cragnotti e Tanzi.

Nelli Giorgio

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.