lazionews-lazio-bologna-gol-luis-alberto-2020-21
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

NUMERI E CURIOSITA’ CLUB BRUGGE LAZIO – Club Brugge-Lazio sarà la seconda sfida del girone F, che vedrà protagonisti i biancocelesti in Belgio. Dopo un esordio convincente da parte della squadra di Simone Inzaghi nel match contro il Borussia Dortmund, i capitolini sono pronti a ripetere l’impresa. La formazione di Bruges si è dimostrata, a sua volta, ostica nella gara in Russia. Infatti, lo Zenit San Pietroburgo è stato sconfitto all’ultimo minuto dalla rete di Charles De Ketelaere, centrocampista classe 2001 di ottime prospettive. La sfida si prospetta avvincente con le aquile leggermente favorite, ma vittime di alcune defezioni.

I numeri del Club Brugge

Il Club Brugge è il campione in carica dell’anomala Pro League 2019-2020. Infatti, la stagione iniziata il 26 luglio 2019, si è conclusa anticipatamente il 15 maggio 2020 a causa dell’emergenza legata al Covid-19. Per questo motivo, non è stato possibile disputare i play-off per l’assegnazione del titolo e la squadra di Bruges è stata dichiarata campione di Belgio per la sedicesima volta nella sua storia. In totale la banda di Clement ha totalizzato 70 punti in 29 partite, staccando la seconda di ben 15 lunghezze. In questo avvio stagionale, la squadra si trova comunque ai vertici della classifica dopo 10 giornate con ben 19 punti. L’ultima sfida però è stata una delusione per il Club Brugge, sconfitto per 2-1 dal Leuven. Anche in Champions League l’impatto è stato notevole dopo aver espugnano lo stadio dello Zenit San Pietroburgo per 1-2. Mercoledì la squadra delle Fiandre ospiterà i biancocelesti di Simone Inzaghi per la prima volta nella propria storia in una sfida tutt’altro che scontata.

La Lazio alla ricerca del bis

Dopo una partenza in campionato poco convincente, la Lazio sembra aver ritrovato un po’ di continuità dopo le due vittorie contro Borussia Dortmund e Bologna. I biancocelesti, in questo avvio di stagione, hanno siglato 9 gol ma solamente in un’occasione hanno mantenuto la porta inviolata. Il punto debole della squadra di Inzaghi, infatti, sembra essere la difesa che ha avuto numerosi acciacchi, i quali hanno pregiudicato troppi risultati. Ora, però, i capitolini sembrano più motivati e amalgamati. I nuovi innesti iniziano a fornire prestazioni qualitative e le scelte per il tecnico piacentino si moltiplicano. Nell’ultima apparizione dei biancocelesti in Champions League nel 2007 era arrivata una sola vittoria in tutto il girone. La partita in questione era Lazio-Werder Brema, valida per la quarta giornata, e vinta dai padroni di casa per 2-1 con la doppietta di Tommaso Rocchi. Ora le aquile hanno l’occasione di migliorare questo score e una seconda vittoria vorrebbe dire trovarsi da sola al primo posto in classifica nel girone F, mandando un forte segnale a tutte le avversarie. Le motivazioni per fare bene ci sono tutte e i ragazzi di Inzaghi non devono farsi sfuggire l’occasione di dare continuità ai risultati. A trascinare la squadra ci sarà senza dubbio Ciro Immobile, che in queste 6 partite ha già siglato 3 gol e ora insegue il record del bomber indiscusso della storia biancoceleste: Silvio Piola. Il numero 17, a quota 128, spera di fare meglio o quanto meno di raggiungere quota 159.

Giorgia Civita

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.