Tempo di lettura: 2 minuti

INTERVISTE POSTGARA – Seconda vittoria in pochissimi giorni per la Lazio contro il Milan. Dopo il 3-1 in campionato, la truppa di Pioli supera Menez e compagni grazie al rigore di Biglia al primo tempo. Dopo i regolamentari 90minuti di gioco, Diego NOVARETTI ha commentato la partita.

NOVARETTI A RAI SPORT

Complimenti per la prestazione.
“Grazie per i complimenti. Credo che questa squadra stia andando alla grande, il mister sta facendo molto bene”.

Quanto ti fa male sentire che la Lazio cerca altri difensori centrali?
“Per niente, è bello avere una squadra che lotta per arrivare ai primi posti e per farcela abbiamo bisogni di tanti giocatori”.

Meglio Pazzini come avversario o come compagno?
“Pazzini è un giocatore che non si ferma mai, averlo contro è difficile. Come compagno non l’ho mai avuto”.

Su twitter ti paragonano a Nesta, Stam e altri grandi difensori della Lazio.
“No, io non sono niente. Sono un giocatore che è arrivato un anno fa e non ha ancora fatto niente”.

Potresti giocare nella nazionale italiana
“Si, ma devo fare ancora molto”.

Com’è il Milan dal campo?
“Questa situazione è difficile perché ogni volta che cerchi di fare qualcosa ti va male. loro sono in una brutta situazione ma sono una grande squadra e tra non molto tempo usciranno da questa situazione”.

NOVARETTI A LAZIO STYLE RADIO

Complimenti per la gara, hai salvato molte situazioni.
“Grazie per i complimenti, penso che la squadra ha lottato e fatto una grande gara. Abbiamo giocato in 10 e fare due partite in 4 giorni così non è facile, abbiamo lottato. Il mister ha cercato di fare il meglio”.

Sulla sua prestazione a San Siro
“Abbiamo preso tutti la gara in maniera forte, sapevamo che il Milan era in difficoltà e fuori forma. Abbiamo fatto una bella partita, abbiamo lottato e sofferto alla fine”.

Sul carattere della Lazio.
“Il segreto p il mister, sta facendo benissimo con noi. Chi non gioca non è concorde, ma tutti stiamo facendo il meglio per arrivare in alto. Si è visto in questa partita”.

Su Cesena-Lazio.
“Siamo sfortunati, non è normale nel calcio. Ma il calcio è così, penso che andremo a vincere. Ora pensiamo a questa gara, da domani alla prossima”.

Sulla sua serenità.
“Merito del mister e mio. L’anno scorso mi sono successe tante cose che mi hanno cambiato la vita. Sono cose che normalmente non si notano. Ora sono più tranquillo e comincio a sfruttare il calcio e la vita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!