lazionews-mario-sconcerti
Tempo di lettura: < 1 minuto

SCONCERTI CORONAVIRUS – Il problema legato al Coronavirus sta condizionando e non poco il mondo del calcio. Mario Sconcerti è intervenuto ai microfoni di TMW Radio ed ha affrontato proprio questo argomento. Secondo il noto giornalista diverse società sarebbero sul punto di saltare. Di seguito le sue dichiarazioni.

Sconcerti sulla situazione del calcio al tempo del Covid-19

“Aiuti da parte dello Stato? E’ inutile che lo chieda un tesserato come Marotta, deve essere il presidente o proprietario della società a farlo. Curioso che poi si andrebbe a sostenere cinesi o americani. Il calcio è un importante movimento in Italia, ma anche in Europa, ma quello che la gente non vuole capire è che non hanno incassato niente da ormai 8 mesi, con stadi chiusi e sponsor che se ne sono andati. E sento anche parlare del prossimo mercato. Si chiede il grande centravanti, ma non solo non c’è un euro, ma anche 4 miliardi di debiti consolidati per il calcio italiano e diverse centinaia di milioni che mancano da marzo a oggi. In molte società i giocatori non stanno prendendo gli stipendi adesso. Sotto questo aspetto a Firenze siamo avvantaggiati, ma ci sono almeno dodici-tredici società sul punto di saltare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.