LAZIO e ROMA a voi il VIAREGGIO

Pubblicato 
martedì, 12/02/2013
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

bollini

 

IL CORRIERE DELLO SPORT - RASSEGNA STAMPA - (E. Intorcia) - E’ il giorno delle romane. Roma e Lazio si prendono la Viareggio Cup e vogliono subito lasciare il segno. Devono farlo, anche perché non hanno scelta: contro Spartak Mosca e Stella Rossa giallorossi e biancocelesti possono già costruire buona parte della qualificazione agli ottavi, sono già scontri diretti per il primo posto. Spezia (per i giallorossi) e Juve Stabia (per i biancocelesti) sono rivali da non sottovalutare, mentre Long Island e Mutual Uruguaya sono due incognite tutte da scoprire. Si riparte con rabbia, perché ciascuna a modo suo un anno fa è tornata a casa dalla Viareggio Cup con tanto amaro in bocca. La Roma, sognava il colpaccio e invece in finale contro la Juventus si è dovuta arrendere ai gol di Beltrame e Padovan (ancora oggi la coppia d’attacco titolare di Baroni). La voglia di riscatto dei giallorossi si intreccia con la storia personale di Alberto De Rossi. A livello giovanile ha vinto tutto, solo con la Primavera, ovviamente giallorossa s’è cucito addosso lo scudetto due volte, alzando anche Coppa Italia e Supercoppa. Un trionfo a Viareggio è l’unico risultato che gli manca, sarebbe la ciliegina sulla torta di una carriera di per sé già così importante. La Roma, oltretutto, non vince a Viareggio (tre successi in tutto) dal 1991. La Lazio in Versilia non ha mai vinto e la caccia al primo acuto è sempre un ottimo incentivo. Un anno fa i biancocelesti sono tornati a casa schiumando rabbia per l’eliminazione ai quarti contro la Fiorentina, ai rigori, con tanti strascichi polemici per l’arbitraggio. Giocherà il suo girone in terra laziale, a Soriano nel Cimino, provincia di Viterbo, pronta a tornare a Viareggio per gli ottavi con tanta voglia di riscatto. Bollini alla guida della Lazio baby ha già conquistato uno scudetto ma vuole andare oltre, cerca una consacrazione a livello internazionale. Vincere qui, in Versilia, significherebbe entrare di diritto nella storia biancoceleste.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram