CALCIOMERCATO

FACCIA A FACCIA | Immobile vs Yilmaz

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti
- Advertisement -

FOCUS – Ciò che poteva essere e ciò che è stato. Burak Yilmaz e Ciro Immobile, il quasi passato e il presente della Lazio, si troveranno contrapposti domani sera all’Olimpico nella gara inaugurale di Euro2020. Tanto della sorte di Italia e Turchia nel torneo dipenderà dalla vena realizzativa dei due bomber.

Immobile, all’Italia servirà la Scarpa d’oro

Dopo la comparsa ai Mondiali del 2014 e agli Europei del 2016, Ciro Immobile è pronto a prender per mano la Nazionale Italiana a Euro2020. Reduce da una stagione da 25 gol in 41 partite con la maglia biancoceleste, l’attaccante della Lazio ha dimostrato di aver trovato una certa continuità realizzativa anche con quella dell’Italia. Nelle ultime cinque partite in azzurro, infatti, sono arrivate 3 reti, contro Irlanda del Nord, Lituania e Repubblica Ceca, e la sensazione è che a 31 anni il percorso di Immobile sia maturo per trovare la definitiva consacrazione nella ultracentenaria storia del pallone italiano. A dare una mano ci sarà poi l’Olimpico, lo stadio divenuto ormai la seconda casa del bomber biancoceleste, che sosterrò gli azzurri almeno fino alla fine del girone. Uno stimolo in più per fare bene. Un incentivo affinché l’attaccante laziale calzi lo scarpino dorato anche in Nazionale, per far volare la selezione italiana tra le stelle del calcio europeo.

Burak Ylmaz, il turco che sfiorò l’Italia

Chi, come Ciro Immobile, affronterà la prima, grande rassegna per nazionali da protagonista è Burak Yilmaz. Nonostante i 35 anni d’età, infatti, l’attaccante arriva da una stagione coi fiocchi e vorrà continuare a dire la sua anche con la maglia della Turchia a Euro2020. Dopo aver guidato il Lille alla vittoria della Ligue1 con 16 gol in 28 partite, il bomber turco è pronto a trasformare in oro le giocate di Calhanoglu e compagni. Marco Polo del calcio moderno, due volte capocannoniere in Turchia, una in Cina, Yilmaz farà l’esordio al secondo Europeo della carriera nello stadio che sarebbe potuto essere il suo. Era l’estate del 2013 quando infatti l’approdo dell’attaccante di Antalya alla Lazio era cosa ormai fatta. Dopo incontri, smentite, presunti annunci e avvistamenti nella Capitale però la trattativa saltò. Il club capitolino ci riprovò nel 2015, ma ormai la minestra si era raffreddata. Un pungolo per chi sbarcherà a Roma da capitano e secondo miglior marcatore nella storia della Turchia.

Immobile vs Yilmaz: l’Olimpico come teatro ideale

Chissà che coppia sarebbe stata. Burak Yilmaz al fianco di Ciro Immobile: un connubio di attacco alla profondità, fiuto del gol e strapotere fisico in grado di mettere in difficoltà qualsiasi difesa, che avrebbe fatto sognare i tifosi della Lazio. Il destino, però, ha voluto diversamente. E allora l’unica cosa certa è che domani sera i due attaccanti saranno tra i protagonisti di Italia e Turchia. Il tutto in uno stadio che estrapolerà da entrambi quel quid in più a fare bene. Uno strano scherzo della sorte. 

Pubblicato il 10/6/2021

Daniele Izzo

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI