CALCIOMERCATO

Caso: “Sono curioso di vedere la prima Lazio di Sarri. Su Milinkovic e Luis Alberto…”

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO INTERVISTA CASO – Maurizio Sarri continua a plasmare la ‘sua’ Lazio. Dopo il ritiro di Auronzo di Cadore, il ‘Comandante’ ha potuto finalmente accogliere i nazionali in quel di Marienfeld, dando vita alle prove ufficiali in vista della stagione alle porte. In un’intervista rilasciata ai canali ufficiali biancocelesti, Domenico Caso, ex allenatore della Lazio Primavera dal 1992 al 1997, ha detto la sua al riguardo.

Sarri e la Lazio, le parole di Caso

“Come ho visto la Lazio di Sarri? Sinceramente non l’ho vista. Mi incuriosiscono però i ruoli che potranno coprire Milinkovic-Savic e Luis Alberto nel 4-3-3. Non sarà facile mettere insieme il mosaico che ha in mente il mister, ovviamente la Lazio è abituata a giocare con un altro modulo e un’altra tattica, ci sarà da lavorare”.

Il modulo di Sarri

“Presto per giudicare, ma Milinkovic e Luis Alberto dovranno coprire moduli delicatissimi, gli scorsi anni avevano più libertà dietro Immobile. Con questo modulo dovranno pensare molto di più sull’aspetto tattico. Vedremo se Sergej riuscirà a coprire tutto il campo. Le mezz’ali sono cursori di tutto il campo, ruoli molto fondamentali, mi preoccupa il fatto che i centrocampisti avranno dei compiti difficili rispetto agli scorsi anni. Sono due giocatori con grandissima tecnica e qualità ma non sarà facile adattarsi. Lazzari si potrà adattare benissimo, lui dovrà fare attenzione all’aspetto difensivo. Nel 3-5-2 c’è molta più libertà. Bisogna vedere poi se Acerbi sarà in grado di recepire questo modulo tattico essendo una grossa novità: sarà molto più complicato rispetto al modulo utilizzato negli scorsi anni”.

Su Lucas Leiva

“Il brasiliano è nato per essere un play maker, non avrà nessun problema nel ricoprire quel ruolo. Ha grande qualità e carisma, è nato per ricoprire quella zona di campo. Sono curioso di vedere i primi veri test, vedremo come i giocatori si adatteranno al modulo di Maurizio Sarri“.

I giovani in rosa

“I giovani bisogna conoscerli. Sarri arriva in un ambiente nuovo e riuscirà a conoscere i ragazzi del settore giovanile e dei giovani aggregati in prima squadra. I ragazzi dovranno essere molto entusiasti”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI