lazionews-lazio-claudio-lotito
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

TAMPONI LAZIO LOTITO – Le indagini sul caos dei tamponi scoppiato in casa Lazio sono arrivate ad un punto di stallo. I filoni d’inchiesta sui quali si sta muovendo la Procura sono due. Da un lato c’è il lavoro della sede di Avellino, che studia la credibilità dei tamponi effettuati dal club. Dall’altro la Procura federale si concentra, invece, su eventuali violazioni del protocollo soprattutto in termini di mancato isolamento e assenza di condivisione con la Asl dei casi di positività.

Caos tamponi, il punto sulle indagini della Procura

I tempi della decisione finale (deferimento o archiviazione) si sono allungati. Si andrà oltre novembre. Come riporta il Corriere dello Sport, al momento la Procura federale non avrebbe in calendario le audizioni di giocatori della Lazio, ma potrebbe convocare il presidente Lotito. Quando fu ascoltato a Formello, infatti, non era ancora stato aperto il fascicolo sui biancocelesti. Dall’altro lato la Procura avellinese ha ascoltato il dottor Pulcini come persona informata dei fatti. Si attende la consegna del materiale raccolto dalla dottoressa Landi, dirigente medico dell’ospedale Moscati di Avellino. I tempi sono stati prolungati di alcuni giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.