lazionews-juventus-milan-coppa-italia
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS MILAN COPPA ITALIA – Poco spettacolo, nessun gol, ma finalmente il calcio. Finisce a reti involate la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Juventus e Milan, un risultato che manda i bianconeri in finale. Una serata strana, particolare, ma sicuro ricca di emozioni che inizia con un doveroso minuto di raccoglimento per le vittime del Coronavirus e viene contrassegnata dal silenzio assordante di uno stadio vuoto.

Poco spettacolo, zero gol, ma bentornato calcio

In campo si respira un’atmosfera particolare, ma i valori e il gioco delle due squadre sono gli stessi di tre mesi fa. La Juventus, arrembante ma senza idee vicino alla porta, mette subito sotto assedio il Milan, ordinato ma senza veleno tra i denti. Pronti, via, e subito un rigore per la Juventus che però Cristiano Ronaldo calcia sul palo. Subito dopo un rosso in faccia a Rebic per una sconsiderata entrata da kung fu sul costato del povero Danilo. In dieci il Milan non può che boccheggiare di più: l’assembramento arretra fino all’area piccola. Nel complesso, nel primo tempo il dominio di Sarri finisce per essere tanto evidente quanto sterile: al momento del raccolto, tornano i vecchi problemi. La squadra di Pioli riesce a stare in piedi nella tormenta, è questo è un merito: consapevole dei propri limiti, salva la faccia ma per provare ad arrivare in Europa servirà tutt’altro coraggio. Finisce così 0 a 0, risultato che, in virtù dell’1-1 dell’andata, manda la Juventus in finale. Stasera Napoli-Inter: si riparte dall’1-0 a favore dei partenopei.

M.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.